Ictus: linee guida per ridurre il rischio nelle donne

ASA Stroke Women at Risk infographic

Le donne condividono con gli uomini molti degli stessi fattori di rischio per l’ictus, ma il rischio è anche influenzato dagli ormoni, dalla salute riproduttiva, dalla gravidanza, dal parto e da altri fattori legati al sesso. L’American Heart Association e l’American Stroke Association hanno sviluppato per la prima volta linee guida di → Leggi: Ictus: linee guida per ridurre il rischio nelle donne

Meno sale e più potassio possono salvare milioni di vite

Sale

Secondo tre nuovi studi la diminuzione di sale nella dieta e l’aumento dei livelli di potassio impedirebbe milioni di morti per malattie cardiache e ictus ogni anno nel mondo. Gli studi sono stati pubblicati ieri online sul British Medical Journal. → Leggi: Meno sale e più potassio possono salvare milioni di vite

Ictus ischemico: uso del tPA nel dipartimento di emergenza

Le linee guida dell’American College of Emergency Physicians e dell’American Academy of Neurology. → Leggi: Ictus ischemico: uso del tPA nel dipartimento di emergenza

Linee guida sull’alteplase nel trattamento dell’ictus

Tomografia (TC) del cranio

Le ultime raccomandazioni del National Institute for Health and Clinical Excellence (NICE). → Leggi: Linee guida sull’alteplase nel trattamento dell’ictus

Ictus lievi e TIA possono essere più dannosi di quanto si pensi

Ambulanza in emergenza

Molte persone lottano con disabilità gravi e persistenti anche dopo un episodio ischemico cerebrale lieve o transitorio. Una nuova ricerca suggerisce che anche questi pazienti possono beneficiare dei farmaci trombolitici. → Leggi: Ictus lievi e TIA possono essere più dannosi di quanto si pensi

Nuove speranze sulla terapia in emergenza per l’ictus

TAC

Pazienti trattati con un farmaco trombolitico entro sei ore dall’esordio di un ictus ischemico hanno maggiori probabilità di un recupero migliore rispetto a quelli che non ricevono il trattamento. → Leggi: Nuove speranze sulla terapia in emergenza per l’ictus

Le linee guida USA sulla emorragia da rottura di aneurisma subaracnoideo

Aneurisma cerebrale

Questo tipo di ictus rappresenta una condizione medica grave il cui esito può essere enormemente influenzato da un trattamento precoce, aggressivo e qualificato. → Leggi: Le linee guida USA sulla emorragia da rottura di aneurisma subaracnoideo

Ambulanze per l’ictus: la sperimentazione in Germania

Mobile Stroke Unit

Il trattamento preospedaliero dell’ictus in ambulanze specializzate è fattibile e potrebbe aumentare il numero di pazienti che ricevono in tempo utile la terapia. Lo suggerisce uno studio tedesco che ha impiegato le Mobile Stroke Unit. → Leggi: Ambulanze per l’ictus: la sperimentazione in Germania

Il freddo contro l’ictus. Parte lo studio EuroHYP

Tomografia (TC) del cranio

L’ipotermia sembra essere un nuovo promettente intervento neuroprotettivo in fase acuta. I dati sperimentali già acquisiti attribuiscono all’ipotermia moderata (34-35 °C) le maggiori probabilità di successo, con riduzione del volume di infarto cerebrale di circa un terzo, in condizioni di sicurezza. → Leggi: Il freddo contro l’ictus. Parte lo studio EuroHYP

Una guida pratica alla terapia neurointensiva

Linee guida

La Medicina Neurointensiva è un campo relativamente nuovo che si è sviluppato come una sottospecialità della terapia intensiva e della neurologia. Le cure fornite da clinici specializzati nelle unità di terapia neurointensiva migliorano l’outcome funzionale del paziente e riducono la mortalità ospedaliera, la durata del ricovero e l’utilizzo delle risorse. Un recentissimo libro edito da Flying Publisher, Critical Care in Neurology, analizza gli aspetti clinici e pratici delle problematiche di terapia neurointensiva. → Leggi: Una guida pratica alla terapia neurointensiva

[Video] – Vauro e la Giornata Mondiale contro l’ictus cerebrale

Video

Anche quest’anno il noto vignettista ci spiega come riconoscere i sintomi iniziali. Controlli della pressione arteriosa e del ritmo del cuore nelle principali città italiane. → Leggi: [Video] – Vauro e la Giornata Mondiale contro l’ictus cerebrale

Piemonte: distribuzione dei centri ospedalieri per l’ictus

Deliberazione della Giunta Regionale 7 aprile 2011, n. 19-1832 “Attuazione Piano di Rientro Distribuzione territoriale e funzionale dei centri ospedalieri per l’ictus in Piemonte” (Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 17 del 28.04.2011). → Leggi: Piemonte: distribuzione dei centri ospedalieri per l’ictus

Toscana: centri autorizzati per il trattamento dell’ictus con Actilyse

La Deliberazione 13 dicembre 2010, n. 1065 “Integrazione alla Deliberazione GRT n. 62/2004 relativa all’individuazione dei centri autorizzati per il trattamento dell’ictus con Actilyse” (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 51 parte II del 22.12.2010). → Leggi: Toscana: centri autorizzati per il trattamento dell’ictus con Actilyse

Lazio: Rete Assistenziale Ictus Cerebrale Acuto

DECRETO DEL PRESIDENTE IN QUALITÀ DI COMMISSARIO AD ACTA 29 settembre 2010, n. 75 “Rete Assistenziale Ictus Cerebrale Acuto” (Bollettino Ufficiale n. 45, Supplemento ordinario n. 206 del 07.12.2010) → Leggi: Lazio: Rete Assistenziale Ictus Cerebrale Acuto

La Vitamina E aumenta il rischio di ictus emorragico

L’assunzione orale di vitamina E può aumentare il rischio di emorragie cerebrali in un caso ogni 1250 persone. Lo affermano ricercatori di Francia, Germania e Stati Uniti in uno studio pubblicato ieri sul British Medical Journal. Ma il livello a cui la vitamina E diventa nocivo è ancora sconosciuto. → Leggi: La Vitamina E aumenta il rischio di ictus emorragico