Come proteggersi dal freddo

Neve

Le ondate di forte freddo contribuiscono alla diffusione dell’influenza e possono intensificare i sintomi di malattie croniche come l’ipertensione arteriosa o le patologie dell’apparato respiratorio. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità un brusco calo della temperatura atmosferica porta ad un aumento dei casi di mortalità per infarto, ictus e malattie respiratorie. Con neve e ghiaccio il rischio di assideramento e di traumi da incidenti o cadute deve essere sempre tenuto in considerazione. Per affrontare al meglio questi eventi il Ministero della Salute ha pubblicato un decalogo con i consigli da seguire durante la stagione fredda. → Leggi: Come proteggersi dal freddo

A Natale attenzione agli attacchi cardiaci

Freddo

Il 26 dicembre è storicamente uno dei giorni più pericolosi per chi è vulnerabile a problemi cardiovascolari come gli attacchi di cuore, le aritmie e l’insufficienza cardiaca. Molti di questi eventi colpiranno persone che non sanno di essere a rischio. → Leggi: A Natale attenzione agli attacchi cardiaci

Congelamento

E’ la lesione locale di alcune parti del corpo causate dalla esposizione alle basse temperature. Inizialmente l’infortunato ha formicolii, difficoltà nei movimenti e dolore moderato. Se l’esposizione al freddo persiste, la pelle appare dapprima arrossata e dolente, in seguito violacea con vesciche contenenti liquido sieroso, infine nerastra nei casi più gravi.

Coprite la regione congelata → Leggi: Congelamento