Sostanze psicoattive nell’integratore Desmodium

Desmodium

Attraverso il sistema d’allerta sugli alimenti RASFF è stato segnalato dalla regione Sicilia un caso di ricovero in terapia intensiva di un paziente che aveva assunto integratori alimentari. Le indagini hanno rivelato che uno degli integratori assunti dal paziente conteneva tracce di sostanze psicoattive, causa della grave sindrome. Ne dà notizia oggi il Ministero della → Leggi: Sostanze psicoattive nell’integratore Desmodium

La gestione iniziale dei pazienti contaminati da agenti chimici

Triage for chemically contaminated patients

L’esposizione a sostanze chimiche può avvenire per inalazione, contatto con la pelle o con gli occhi o per ingestione. Per l’OMS il lavoro clinico in questo campo dovrebbe essere accompagnato da una formazione specifica, completa e pratica. → Leggi: La gestione iniziale dei pazienti contaminati da agenti chimici

Allerta botulino: sospetta presenza in pesto genovese

Pesto

Decine le persone ricoverate in ospedale. Il comunicato del Ministero della Salute. → Leggi: Allerta botulino: sospetta presenza in pesto genovese

Le esposizioni pericolose e le intossicazioni in Italia

Veleno

La presenza in ambienti di vita e di lavoro di numerosi agenti chimici potenzialmente pericolosi per la salute umana richiede l’attivazione e il mantenimento di adeguati sistemi di sorveglianza, in grado di orientare l’attenzione su problematiche emergenti, garantire la tempestiva identificazione di eventi anomali di rilevanza sanitaria, indirizzare interventi di prevenzione e verificarne le ricadute. → Leggi: Le esposizioni pericolose e le intossicazioni in Italia

Sicurezza alimentare: cesio 137 in alcuni cinghiali e insalata con topicida

I comunicati stampa del Ministero della Salute. → Leggi: Sicurezza alimentare: cesio 137 in alcuni cinghiali e insalata con topicida

Uragano Sandy: le intossicazioni da monossido di carbonio e la prevenzione

Monossido di carbonio

Il monossido di carbonio (CO) è impercettibile e può causare effetti nocivi per la salute che vanno dalla stanchezza al mal di testa, per poi aggravarsi con insufficienza cardiorespiratoria, coma e morte. L’avvelenamento da CO è una delle principali cause di mortalità e morbilità in situazioni di catastrofe, quando si verificano interruzioni di corrente e aumentano i comportamenti a rischio, come il posizionamento improprio di generatori portatili di energia elettrica o di stufe. → Leggi: Uragano Sandy: le intossicazioni da monossido di carbonio e la prevenzione

Botulismo: sorveglianza, prevenzione e misure di controllo

Conserve alimentari

Il botulismo è un’intossicazione acuta grave caratterizzata clinicamente dalla comparsa di una sindrome neuro-paralitica dovuta all’azione della tossina elaborata da ceppi neurotossigeni del genere Clostridium. La circolare del 12/10/2012 del Ministero della Salute fornisce informazioni sulle caratteristiche delle intossicazioni da botulino e detta le disposizioni per la diagnosi, la terapia e le modalità di segnalazione dei casi. → Leggi: Botulismo: sorveglianza, prevenzione e misure di controllo

Avvelenamenti da ingestione di funghi tossici, cosa fare anche in un’app

Veleno

Di funghi si muore oggi come in passato. Non consumate funghi che non siano stati controllati da un micologo professionista! I consigli sulla prevenzione a cura del Ministero della Salute e del Centro antiveleni di Milano in una pubblicazione consultabile anche su tablet e smartphone con sistema operativo iOS (Apple iPhone, iPod touch, iPad) e Android. → Leggi: Avvelenamenti da ingestione di funghi tossici, cosa fare anche in un’app

Allerta rapido europeo per intossicazioni da metanolo

Alcol

Avvelenamenti letali nella Repubblica Ceca. Il Ministero della Salute italiano raccomanda di non bere sostanze alcoliche di cui non si conosce l’origine e la provenienza. → Leggi: Allerta rapido europeo per intossicazioni da metanolo

Avvelenamento da monossido di carbonio: una minaccia sottovalutata

Un nuovo studio dei CDC statunitensi indica la necessità di una maggiore consapevolezza della popolazione per prevenire gli effetti letali del gas. → Leggi: Avvelenamento da monossido di carbonio: una minaccia sottovalutata

Il consumo di pesce crudo

pesce

I prodotti della pesca sono alimenti altamente deperibili. La sicurezza del pesce è in funzione della temperatura di conservazione e dell’igiene del prodotto. Una recente pubblicazione della Regione Toscana illustra i rischi per la salute e indica le misure igieniche preventive. → Leggi: Il consumo di pesce crudo

Stagione di funghi ma attenti a quelli velenosi

Funghi

Le particolari condizioni microclimatiche del mese di settembre favoriscono la crescita dei funghi… e l’aumento di intossicazioni anche gravi. Oltre al rischio mortale causato dal consumo di funghi velenosi, esistono altri pericoli poco noti dovuti a contaminazioni microbiologiche, da larve di insetti, chimiche, fisiche, da isotopi radioattivi. → Leggi: Stagione di funghi ma attenti a quelli velenosi

Allarme botulino alimentare in Francia

Le Autorità sanitarie francesi hanno comunicato attraverso il Sistema d’allerta europeo di aver identificato due focolai di botulismo alimentare in conserve vegetali. Ma di cosa si tratta e come si evita? → Leggi: Allarme botulino alimentare in Francia

La prevenzione di intossicazioni e avvelenamenti nei bambini

Gli avvelenamenti rappresentano una delle più comuni emergenze pediatriche e causa di una percentuale significativa di visite al pronto soccorso. All’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù negli ultimi dieci anni sono giunti oltre 1.500 bambini con intossicazione. Di questi, per il 40% è stato necessario il ricovero e per una piccola percentuale, l’8%, è stata necessaria la cura in terapia intensiva. La prevenzione resta la prima cura e la più efficace. Per questo gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno messo a punto un apposito decalogo a “misura di bambino”. → Leggi: La prevenzione di intossicazioni e avvelenamenti nei bambini

Smart drugs: vietati i prodotti n-Joy e Spice contenenti cannabinoidi sintetici

Il provvedimento del Ministero della Salute si è reso necessario diversi casi di intossicazione acuta, documentati dal Sistema nazionale di allerta precoce e risposta rapida per le droghe, causati dall’inalazione dei cannabinoidi sintetici JWH-018 e JWH-073, contenuti, da soli o in associazione, in una miscela aromatica presente in prodotti commerciali denominati n-Joy e Spice, acquistabili su Internet e nei cosiddetti Smart shop, venduti come profumatori di ambienti. → Leggi: Smart drugs: vietati i prodotti n-Joy e Spice contenenti cannabinoidi sintetici