Terapia Intensiva Pediatrica, al Gemelli un master universitario

Inizia oggi il master universitario di 2° livello in Terapia Intensiva Pediatrica promosso dall’Istituto di Anestesiologia e Rianimazione dell’Università Cattolica di Roma. Si tratta di un programma formativo di alta specializzazione dedicato a pediatri, anestesisti-rianimatori e medici d’urgenza per curare le patologie a rischio vita dall’età neonatale fino all’adolescenza, con un approccio multidisciplinare per la gestione di situazioni critiche. → Leggi: Terapia Intensiva Pediatrica, al Gemelli un master universitario

Incarichi di lavoro per medici e autisti di ambulanza

Gli avvisi e i bandi di concorso pubblicati sui bollettini ufficiali regionali e siti aziendali nel periodo dal 19 al 26 novembre 2011. → Leggi: Incarichi di lavoro per medici e autisti di ambulanza

Meno chirurghi ma più sicurezza in sala operatoria

Surgery

Il VI Forum Risk Management in Sanità di Arezzo denuncia un calo del 30% degli iscritti alle scuole di chirurgia. In aumento, invece, l’uso delle check list per la sicurezza. → Leggi: Meno chirurghi ma più sicurezza in sala operatoria

Emilia-Romagna: tempo indeterminato per i medici del 118

Normativa

Pubblicata la DGR 7 novembre 2011, n. 1607 “Recepimento Protocollo d’Intesa per la trasformazione del rapporto di lavoro, da tempo determinato a tempo indeterminato, dei medici convenzionati per l’Emergenza Sanitaria Territoriale” (Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 170 parte II del 23.11.2011). → Leggi: Emilia-Romagna: tempo indeterminato per i medici del 118

Informazione nelle sale d’attesa. Sperimentazione in Veneto

sala di attesa

La sala d’attesa di un pronto soccorso è un’area delicata di un reparto del tutto particolare: qui si incrociano le ansie di chi si rivolge ai servizi d’urgenza e le necessità degli operatori di concentrarsi sull’erogazione delle cure anche a molti malati contemporaneamente. Per migliorare gli aspetti relazionali tra pazienti, familiari ed operatori in pronto soccorso la Giunta regionale del Veneto ha finanziato con 75 mila euro una sperimentazione nelle sale d’attesa. L’attività verrà avviata nelle Ullss 1 di Belluno, 5 Ovest Vicentino e 9 di Treviso per essere poi valutata ed eventualmente estesa a tutte le strutture. → Leggi: Informazione nelle sale d’attesa. Sperimentazione in Veneto

La caduta del paziente nelle strutture sanitarie

segnale di pericolo di caduta a terra

Le cadute rientrano tra gli eventi avversi più frequenti nelle strutture sanitarie e possono determinare conseguenze immediate e tardive anche gravi fino a condurre, in alcuni casi, alla morte del paziente. Le persone anziane presentano un maggior rischio di caduta. La prevenzione e la gestione di questi rischi sono analizzate nelle linee guida del Ministero della Salute. → Leggi: La caduta del paziente nelle strutture sanitarie

L’embolia polmonare in gravidanza

Allo stato attuale in letteratura esistono documenti d’indirizzo di vario tipo che, però, non sono compatibili nel metodo. Per fornire una guida clinica su questo importante problema due società scientifiche statunitensi, l’American Thoracic Society e la Society of Thoracic Radiology, hanno sviluppato linee guida evidence-based utilizzando i dati attualmente disponibili. → Leggi: L’embolia polmonare in gravidanza

Corso professionale per la prevenzione, soccorso e sicurezza sulle piste di sci

Il bando per l’anno formativo 2011/2012 indetto dalla Regione Friuli Venezia Giulia prevede le figure professionali di “Soccorritore”, “Pattugliatore” e “Coordinatore di stazione”. → Leggi: Corso professionale per la prevenzione, soccorso e sicurezza sulle piste di sci

Incarichi di lavoro per medici

Gli avvisi e i bandi di concorso pubblicati sui bollettini ufficiali regionali e siti aziendali nel periodo dal 12 al 19 novembre 2011. → Leggi: Incarichi di lavoro per medici

Corso 2011 per l’emergenza sanitaria territoriale 118 a Brindisi

Pubblicato dall’ASL BR il “Bando di ammissione ai corsi di formazione per l’idoneità all’esercizio dell’attività medica di Emergenza sanitaria territoriale – 118″ (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 179 del 17.11.2011). → Leggi: Corso 2011 per l’emergenza sanitaria territoriale 118 a Brindisi

Antibiotici per tosse e raffreddore? Non proprio

Antibiotici: difendi la tua difesa, usali con cautela

Gli antibiotici non possono trattare i virus, che causano la maggior parte delle infezioni del tratto respiratorio.Il loro abuso e la difficoltà a produrne di nuovi più efficaci comporta un aumento delle infezioni incurabili. Sempre più persone oggi sono affette da infezioni causate da batteri multiresistenti, ovvero resistenti a più antibiotici contemporaneamente, contro le quali gli antibiotici efficaci sono limitatissimi o non ci sono affatto. → Leggi: Antibiotici per tosse e raffreddore? Non proprio

Farmaci contro la nausea: Nota Informativa Importante per il domperidone

Il rischio di gravi aritmie ventricolari o di morte cardiaca improvvisa potrebbe essere più elevato in pazienti di età superiore a 60 anni o a dosi giornaliere orali superiori a 30 mg. → Leggi: Farmaci contro la nausea: Nota Informativa Importante per il domperidone

Incarichi di lavoro per medici

Gli avvisi e i bandi di concorso pubblicati sui bollettini ufficiali regionali e siti aziendali nel periodo dal 5 al 12 novembre 2011. → Leggi: Incarichi di lavoro per medici

Toscana: profilassi del tromboembolismo venoso

La malattia tromboembolica venosa o tromboembolismo venoso (TEV) è una delle patologie più comuni del sistema circolatorio. Nei paesi occidentali si calcola sia la terza malattia cardiovascolare più frequente dopo la cardiopatia ischemica e l’ictus, con un caso ogni 1.000 abitanti per anno. La Regione Toscana ha realizzato, insieme ai professionisti del settore, le linee guida regionali per migliorare e omogeneizzare le pratiche di profilassi del TEV in ambito ospedaliero e territoriale. → Leggi: Toscana: profilassi del tromboembolismo venoso

Toscana: linee guida sui traumi della mano

La chirurgia della mano e microchirurgia può essere definita come una “attività di diagnosi e cura che richiede un particolare impegno di qualificazione, mezzi, attrezzature e personale specificatamente formato”. Nel campo della chirurgia della mano e microchirurgia gli interventi sono configurabili dal punto di vista della complessità chirurgica in due gradi distinti: I grado, o “a complessità specialistica”, riconducibile a tutta la patologia traumatica interessante il segmento distale e i nervi periferici dell’arto superiore; II grado, o “ad alta complessità specialistica”, riconducibile a prestazioni di alta specialità, ovvero al trattamento di lesioni gravi, definite dall’interessamento concomitante di almeno tre tessuti. → Leggi: Toscana: linee guida sui traumi della mano