Punture – Scorpioni, ragni

Sdraiate la vittima tenendola tranquilla e coperta. Rassicuratela (è importantissimo!): le specie presenti alle nostre latitudini non sono generalmente pericolose. Oltre al dolore, spesso simile a quello provocato da una puntura di ape o vespa, localmente possono comparire arrossamento e gonfiore.

Mettete un’applicazione fredda (una borsa del ghiaccio o qualcosa di simile) sulla zona colpita per almeno un’ora. Il freddo ostacola l’assorbimento del veleno e limita il gonfiore. Chiedete al medico se occorrono una terapia e la profilassi antitetanica.

Una colorazione scura della zona colpita o l’iniziale comparsa di altri sintomi (nausea, vomito, sensazione di profonda stanchezza o di svenimento) richiedono la valutazione urgente in pronto soccorso.

La malmignatta è una specie di ragno relativamente comune in Italia – in particolare, ma non solo, nel centro-sud – in grado di provocare reazioni pericolose soprattutto in bambini, anziani e in soggetti con malattie croniche. La puntura generalmente non è dolorosa ma successivamente può provocare crampi muscolari dolorosi, convulsioni, dolore al torace o all’addome, disturbi della respirazione, alterazioni dello stato di coscienza, nausea e vomito. I casi mortali sembrano rarissimi ma in ogni caso si deve agire con rapidità chiamando il 118.

Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>