Febbre

La temperatura corporea (ascellare) può variare nelle persone sane tra i 36,2 e i 37 gradi centigradi, giungendo fino a 37,2 nelle giornate più calde o in seguito ad esercizi fisici.

Misurate la temperatura a riposo e non prima che siano trascorsi 30 minuti dall’ingestione di cibi o bevande. Le temperature anormali sono soltanto un sintomo e devono essere valutate in rapporto ad altri segni e sintomi. I pazienti con una temperatura non elevata (sotto i 37,8) e che non presentano altri sintomi, devono essere tenuti tranquilli a riposo, non troppo coperti, dando loro bevande e cibi secondo il loro appetito ma giudiziosamente. I pazienti febbricitanti (39 gradi o più) possono essere sottoposti al refrigerio di spugnature fredde. Somministrate paracetamolo per via orale. La febbre alta, la febbre persistente o la febbre accompagnata da altri sintomi come nausea, mal di gola, dolore, gonfiore o eruzioni cutanee devono essere segnalate al medico.

Per i bambini

Con i più piccoli ci si deve comportare diversamente. Possono subito arrivare a temperature di 39,5 o 40 gradi anche all’inizio di infezioni comuni, come per esempio il mal di gola o l’influenza. Tuttavia possono essere gravemente ammalati anche con una temperatura di 37,8 gradi.

Utilizzate esclusivamente termometri elettronici in sede ascellare e non usate spugnature, borse del ghiaccio o esposizione all’aria fredda. L’impiego di questi mezzi fisici rimane invece consigliato in caso di ipertermia (temperatura rettale uguale o superiore a 41,6°C).

Somministrate paracetamolo per via orale solo quando alla febbre si accompagna una condizione di malessere generale. Seguite attentamente le istruzioni che accompagnano la confezione del farmaco. Il dosaggio deve essere calcolato in base al peso e misurato con gli specifici dosatori (non usate mai i cucchiai o i cucchiaini che avete in casa). Non date aspirina e non cambiate farmaco se non sotto consiglio del medico. Non date paracetamolo o ibuprofene per prevenire la febbre o le convulsioni febbrili.

I bambini entro i 28 giorni di vita devono sempre essere ricoverati.

Per saperne di più leggi La gestione della febbre nei bambini.

Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>