Emorragie

Consiste in una perdita di sangue per traumi, ferite o malattie. Se ne avete la possibilità, proteggetevi almeno con dei guanti impermeabili. Tenete sdraiato il soggetto per prevenire lo svenimento. Per arrestare l’emorragia premete fortemente sulla ferita con tutta la mano una compressa di garza sterile (o un assorbente igienico o un asciugamano di bucato o infine la cosa più pulita che avete a portata di mano). Se la compressa s’imbeve di sangue, aggiungetene un’altra direttamente sopra alla prima e continuate a premere.

Alcuni punti di compressione

Alcuni punti di compressione

Se l’emorragia da un braccio o da una gamba non si arresta con la pressione diretta sulla ferita, cercate d’interrompere la circolazione nell’arteria che apporta il sangue all’arto, premendo fortemente su di essa con il pollice o con il palmo della mano. Ci sono quattro punti in cui è agevole esercitare una pressione diretta sulle arterie. Non tentate, però, di comprimere arterie nel caso di ferite al capo, al collo o al torace.
Alcuni dei principali punti di compressione arteriosa

Non provate ad usare un laccio emostatico, se non siete stati addestrati a farlo. Infatti, il suo uso può essere pericoloso perché viene a privare tutti i tessuti a valle di ogni apporto di ossigeno. Normalmente si usa un tubo di gomma o di altro materiale elastico. In caso di necessità si possono usare anche ampie strisce di stoffa o cinture di cuoio, mentre sono da evitare i materiali rigidi e sottili come spago, filo di ferro, nylon, ecc. Si applica solo in caso di amputazione o semi amputazione di un arto; emorragia inarrestabile anche dopo aver compresso l’arteria che porta il sangue all’arto; schiacciamento (il laccio va applicato prima di togliere il peso che grava sull’arto). Non serve applicarlo all’avambraccio (sotto il gomito) o alla gamba (sotto il ginocchio): se lo dovete usare, ricordatevi di stringerlo sul braccio o sulla coscia dove risulta più efficace e un po’ meno dannoso. Segnatevi l’ora.

Quando l’emorragia si è arrestata, fissate la compressa di garza al suo posto con una fasciatura stretta, non tanto però da non sentire il polso al di sotto della ferita. Il polso rappresenta l’impulso del battito cardiaco e indica che il sangue arteriosa sta circolando. Lasciate al medico il compito di pulire e medicare la ferita. Fate molta attenzione a ogni sintomo di shock.

Per evitare l’infezione non toccate la ferita con materiale non sterile e con le mani non accuratamente lavate. Tuttavia, in casi urgenti potreste non avere altra scelta. Un adulto di media corporatura ha da cinque a sei litri di sangue. La perdita di un litro o di un litro e mezzo di sangue può avere gravi conseguenze. Perciò potete trovarvi nella necessita di agire rapidamente, usando ogni mezzo a vostra disposizione.

In caso di malattie con perdita di sangue dalla bocca o dall’ano, l’unica cosa che potete fare in attesa dei soccorsi è l’applicazione di una borsa del ghiaccio.

Per le epistassi vedi Naso.

Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>