Intestino irritabile, cosa fare

I consigli dell'American Gastroenterological Association sulla sindrome del colon irritabile.

Apparato digerente

Dolori addominali, diarrea e flatulenza sono tra le principali caratteristiche della sindrome del colon irritabile. Le cause non sono chiare e spesso gli esami endoscopici non evidenziano segni di malattia, ma sappiamo che non comporta rischi per malattie più gravi come il cancro, la colite ulcerosa o il morbo di Crohn.

L’American Gastroenterological Association suggerisce alcuni accorgimenti per tenere a bada i sintomi e ridurre il senso di disagio che li accompagna.

  • Adotta una dieta varia ed equilibrata.
  • Evita i cibi che sembrano scatenare i tuoi sintomi, come i latticini o quelli molto grassi.
  • Evita di mangiare pasti abbondanti in una sola volta. Al contrario, sono preferibili piccoli pasti più volte durante la giornata.
  • Assicurati di assumere fibre ogni giorno. Evita però una dieta ricca di fibre, che può effettivamente peggiorare alcuni sintomi della sindrome.
  • Consulta sempre il medico per essere sicuro della diagnosi.
  • Prendi in considerazione di farti aiutare per gestire meglio la tua salute emotiva.
  • Cerca di gestire meglio lo stress e pratica metodi di rilassamento.

Leggi anche: Pancia gonfia: cos’è e come si cura il meteorismo intestinale

Illustrazione: Wikimedia Commons

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>