Il consumo di cannabis raddoppia gli incidenti d’auto

I conducenti di veicoli che hanno consumato cannabis fino a tre ore prima di guidare rischiano di causare una collisione con il doppio di probabilità rispetto a quelli che non sono sotto l'influenza di droghe o alcol.

incidente stradale

Operatori 118, Vigili del Fuoco e Polizia sul luogo di un incidente stradale

L’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze ha rivelato nel 2008 che i conducenti di veicoli risultati positivi per cannabis nel Regno Unito, Danimarca, Paesi Bassi, Norvegia, Stati Uniti e Australia sono stati fino al 7,4%. Nel Regno Unito il 18% delle persone morte in incidenti stradali hanno tracce di droghe illegali nel sangue. La cannabis è quella più comune.[1]

Un nuovo studio canadese [2] rafforza l’evidenza che la guida sotto l’influenza della cannabis aumenta la probabilità di essere gravemente feriti o uccisi in uno scontro.

I conducenti di veicoli che hanno consumato cannabis fino a tre ore prima di guidare rischiano di causare una collisione con il doppio di probabilità rispetto a quelli che non sono sotto l’influenza di droghe o alcol.

Per i ricercatori questo avviene perché la cannabis interferisce con le funzioni motorie necessarie per una guida sicura.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori della Dalhousie University di Halifax, in Canada, ed è stato recentemente pubblicato sul British Medical Journal. Ha esaminato nove precedenti studi su 50.000 persone coinvolte in tutto il mondo in incidenti gravi o mortali.

L’analisi ha riguardato studi osservazionali su collisioni tra uno o più veicoli in movimento su una strada pubblica, in cui era coinvolto il consumo di cannabis per conducenti di autovetture, fuoristrada, furgoni, autocarri, autobus e motocicli.

Lo studio ha riscontrato un raddoppio del rischio di essere coinvolti in uno scontro automobilistico, con conseguenti lesioni gravi o la morte, per i conducenti che avevano consumato cannabis meno di tre ore prima. Il ruolo del consumo di cannabis sul rischio di incidenti minori è invece ancora poco chiaro.

Tutti gli studi analizzati hanno rilevato il consumo di cannabis con l’ammissione dei soggetti coinvolti oppure con il rilievo di tetraidrocannabinolo (THC), la sostanza attiva della cannabis, analizzando campioni di sangue.

Nella maggior parte degli studi il valore soglia per dichiarare positivo il test per il THC è stato superiore allo zero oppure pari ad almeno 1 nanogrammo per millilitro.

«I nostri risultati forniscono chiarimenti in merito alle attività di ricerca sulla cannabis e al rischio di incidente – ha affermato Mark Asbridge, autore dello studio e professore associato alla Dalhousie University – e offrono un sostegno alle politiche esistenti che limitano la guida sotto l’influsso di cannabis».

I ricercatori concludono che, nonostante l’aumento del rischio causato dalla cannabis per gli automobilisti, l’alcol rimane la sostanza più spesso coinvolta negli incidenti.

[1] EMCDDA European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction. Drug use, impaired driving and traffic accidents. 2008 (8). ISBN 978-92-9168-318-5

[2] Asbridge M, Hayden JA, Cartwright JL. Acute cannabis consumption and motor vehicle collision risk: systematic review of observational studies and meta-analysis. BMJ 2012;344:e536 doi: 10.1136/bmj.e536

Foto: malex.org (CC BY-SA 2.0)

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


2 commenti per Il consumo di cannabis raddoppia gli incidenti d’auto

  • jonny

    Qualcuno ha spiegato al GENIO che ha scritto l’articolo che i test sulla cannabis trovano tracce di THC anche dopo 20-30gg dall’ultima assunzione della sostanza?
    Sarebbe bello sapere in che modo siano riusciti a stabilire che il consumo di cannabis è stato effettuato entro le 3 ore prima della guida… cosa che al momento non sembra essere tecnicamente possibile con nessun tipo di test.
    e su, smettetela con questa costante disinformazione, spegnete il TG1 e vedrete che ne guadagnerete anche in salute.

Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>