Incidenti subacquei: prevenire con la manutenzione delle attrezzature

Tre incidenti nelle ultime ore nelle acque siciliane hanno richiesto l'uso immediato della camera iperbarica. Il corretto uso del GAV alla base della prevenzione.

divingPalermo 20/08/2011 – Tre incidenti subacquei sono stati registrati nelle ultime ore. I sub che si immergevano con le bombole sono stati colpiti da embolia. Un primo subacqueo è stato trattato ieri nella camera iperbarica di Ustica. Il secondo si presentava oggi al Pronto Soccorso del Civico di Partinico e veniva subito trattato nella camera iperbarica dell’ospedale. Gli incidenti si sono verificati al termine di immersioni condotte a Ustica e a Castellamare. Quest’ultimo in particolare avveniva sul relitto del Capua a circa 40 m di profondità. Alla base dell’incidente un malfunzionamento del GAV che costringeva il subacqueo a risalire omettendo la sosta di decompressione.

Questo genere di incidenti non è così raro come si potrebbe supporre ed evidenzia l’importanza della corretta e regolare manutenzione delle attrezzature subacquee a cui affidiamo la nostra sicurezza. Il GAV o giubotto ad assetto variabile consente al subacqueo di regolare l’assetto in immersione. E’ fornito di due valvole che immettono o scaricano aria da un sacco. Durante la risalita la diminuzione della pressione esterna provoca una crescente espansione dell’aria contenuta nel GAV che può diventare assai pericolosa se non si agisce sulle valvole di scarico. La cosiddetta risalita “a pallone” a velocità eccessiva causa incidenti sia per sovradistensione polmonare sia per embolie per mancate decompressioni.

Un terzo incidente si è verificato sempre ieri a Ustica mentre in camera iperbarica si stava trattando un altro subacqueo. L’infortunato pertanto è stato subito trasferito con l’elisoccorso.

Le camere iperbariche di Ustica e Partinico sono gestite dell’Azienda Provinciale Sanitaria di Palermo, che gestisce anche il centro di Lampedusa, avvalendosi di medici rianimatori esperti in medicina iperbarica, mentre la gestione tecnica è garantita da Sistemi Iperbarici Servizi che si avvale di personale tecnico specializzato in campo iperbarico. La camera Iperbarica di Partinico è operativa tutto l’anno, mentre i centri di Ustica e Lampedusa sono aperti dal 1 giugno al 30 Settembre.

Foto: hankplank

di Criel

Medico, redattore di Eumed.org.


1 commento per Incidenti subacquei: prevenire con la manutenzione delle attrezzature

  • Chiuse le camere iperbariche di Ustica e Partinico

    Umidità alle pareti, inidoneità dell’impianto elettrico e delle valvole di sicurezza e intercettazione. Con queste motivazioni l’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo ha chiuso le camere iperbariche di Ustica e Partinico. Gli accertamenti sono stati svolti dai Carabilieri del Nas di Palermo, su mandato della Procura regionale della Corte dei Conti, insieme a personale dell’Asp e dell’Inail. Non sono emerse irregolarità nella camera iperbarica di Lampedusa.

Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>