Alimentazione sana e sicura in estate per vincere il caldo

Una serie di semplici elementi chiave per trascorrere senza inconvenienti il periodo estivo.

Sicurezza alimentare

L’estate rappresenta un periodo in cui l’attenzione del consumatore deve essere maggiore perché il caldo favorisce la moltiplicazione dei microrganismi e conseguentemente il deterioramento degli alimenti più deperibili (carne, pesce, prodotti lattiero caseari, ecc). Nel mondo esistono oggi più di 250 tossinfezioni alimentari che si manifestano con differenti sintomi e sono causate da diversi agenti patogeni quali batteri, virus e parassiti. Con il passare degli anni vengono identificati continuamente nuovi patogeni, alcuni dei quali si diffondono anche per effetto dell’incremento di scambi commerciali, di ricorso alla ristorazione collettiva, di grandi allevamenti intensivi e di viaggi. Semplici ma importanti regole possono aiutarci a evitare rischi per la salute.

Diffida dei canali di distribuzione non convenzionali

Fai attenzione ai venditori improvvisati in spiaggia o in montagna. L’origine e le modalità di preparazione degli alimenti venduti possono non garantire la sicurezza del prodotto.

Guarda le confezioni

Verifica che gli alimenti che devono essere conservati a temperatura di refrigerazione/congelamento/surgelati siano mantenuti negli idonei banchi di vendita e verifica lo stato delle confezioni. Evita l’acquisto di confezioni rotte o non intatte, scatole o barattoli ammaccati o gonfi, uova rotte, prodotti con colori alterati o confezioni di prodotti congelati con brina. Verifica che le bottiglie di acqua minerale e altre bevande non siano esposte a fonti di calore.

Quando fai la spesa

Fai attenzione a prendere i cibi refrigerati e congelati al termine del giro di spese per evitare nocivi sbalzi di temperatura. Acquista piatti caldi o precucinati solo al termine della spesa, prima di lasciare il negozio. I cibi congelati o surgelati devono essere riposti in appositi sacchetti termici e vicini tra loro nel sacchetto della spesa. Dedica particolare attenzione alla conservazione delle creme, panna o maionese e a tutti i prodotti che contengono questi ingredienti.

Porta subito la spesa a casa!

Il trasporto dei cibi acquistati dal negozio a casa deve avvenire il più velocemente possibile. Evita di fare lunghe fermate intermedie e di lasciare le borse della spesa in macchina. Se ciò non è possibile e se hai acquistato alimenti facilmente deperibili munisciti di contenitori termici in cui conservarli.

Refrigera subito gli alimenti

A casa riponi immediatamente i prodotti refrigerati, congelati e surgelati in frigorifero e/o in freezer e non lasciare alimenti freschi esposti all’ambiente. Ricorda di riporre la carne ed il pesce negli scomparti più freddi del frigorifero. Se ci si accorge di aver acquistato prodotti in cattivo stato di conservazione o alterati bisogna restituirli al venditore. In caso di necessità contatta la ASL competente.

In frigorifero ricorda che

Bisogna curare con particolare attenzione l’igiene del frigo: ci sono batteri che crescono anche nei frigoriferi a temperatura di refrigerazione. Occorre maggiore attenzione alle temperature dei nostri frigoriferi e alla conservazione corretta degli alimenti negli scomparti più appropriati. La carne ed il pesce devono essere posti nello scomparto più freddo del frigo e bisogna assicurarsi che i liquidi persi dalla carne o dal pesce non contaminino altri alimenti. La conservazione in una confezione di plastica è, quindi, l’ideale. Alimenti come latticini e uova e tutti quelli sulla cui confezione c’è scritto di refrigerare dopo l’apertura devono essere posti in frigorifero ad una temperatura intermedia. I prodotti ortofrutticoli possono essere collocati nelle aree meno fredde. Naturalmente è sempre bene tenere sotto controllo tutti gli alimenti che sono nel frigorifero ed eliminare quelli scaduti o quelli che presentano alterazioni di colore od odore. È preferibile scongelare gli alimenti nel frigorifero, o nel microonde, e consumarli subito. Non riempire troppo il frigorifero in modo da non alterarne la ventilazione ed il processo di raffreddamento. Tratta frutta e verdura con delicatezza Non lavare frutta e verdura prima di metterla in frigo: l’aumento di umidità favorisce la crescita di muffe e batteri.

Intensificare l’igiene

Intensifica la pulizia delle superfici a contatto con gli alimenti: con il calore i microrganismi si riproducono più facilmente. Ad esempio pulisci a fondo il tagliere o le superfici utilizzate per la preparazione di alimenti crudi prima di riutilizzarle per altre tipologie di alimento. Conserva correttamente gli alimenti che hai preparato.

Consuma gli alimenti subito dopo la cottura

evitando di lasciarli a temperatura ambiente oppure conservali in frigorifero, opportunamente coperti, facendo attenzione a non inserirli troppo caldi in modo da evitare sbalzi di temperatura nel frigorifero.

Se cucini all’aperto

ricordati che la cucina all’aperto può presentare molti rischi, per evitarli è necessario conoscere come preparare, conservare e cuocere i cibi all’aperto. Ad esempio durante i picnic:

  • non bisogna impacchettare i cibi per picnic appena cotti o ancora caldi;
  • è opportuno refrigerare gli alimenti da portare all’aperto per almeno 12 ore in frigorifero, anche panini o insalate già preparate;
  • prepara il cibo in porzioni gia pronte per il consumo, in modo da evitare di dover manipolare le pietanze, magari in assenza di acqua per lavarsi le mani.

Durante i barbecue:

  • la cottura delle carni deve essere sempre accurata;
  • non cuocere mai la carne ancora surgelata/congelata;
  • cuoci tutto in modo uniforme;
  • tieni separato tutto ciò che è crudo da tutto ciò che è cotto;
  • evita di lasciare i cibi all’aperto;
  • non carbonizzare la carne per evitare la formazione di sostanze chimiche cancerogene;
  • usa prodotti naturali come combustibile ed evita di utilizzare legna trattata con vernici o altre sostanze chimiche.

All’estero e durante le escursioni

Se sei all’estero, in posti esotici, evita di mangiare verdure crude e sbuccia la frutta. Fai particolare attenzione all’acqua che bevi, scegli bottiglie di acqua minerale non aperte ed evita i cubetti di ghiaccio. Durante le escursioni in campagna evita di mangiare bacche o frutti o funghi sconosciuti, evita di bere acqua da corsi d’acqua.

Per una corretta alimentazione

D’estate, per le tipiche condizioni climatiche e l’esposizione al sole, la razione alimentare deve apportare calorie e nutrienti in quantità commisurate all’effettivo fabbisogno individuale, ma anche bilanciare adeguatamente l’equilibrio idro-salino dell’organismo. Gli alimenti e i comportamenti che adottiamo non devono trasformarsi in nemici per il nostro benessere!

Non saltare mai i pasti d’estate, fai 3 pasti principali e 1 o 2 spuntini

In estate, stagione in cui le giornate sono più lunghe, generalmente si fa più movimento e si dorme meno. Per questa ragione è particolarmente importante non saltare i pasti ma mangiare poco e spesso sia per non sentirsi appesantiti che per rimanere in forma, condizione necessaria per seguire uno stile di vita attivo.

Il nostro organismo nei mesi estivi è esposto a temperature elevate e per non sentirsi privi di forza un pronto rifornimento di energia e di nutrienti può essere fornito da tutti gli spuntini a base di frutta, verdura, yogurt, formaggi freschi e leggeri, carne magra e pesce cotto alla griglia.

Evita di consumare cibi troppo conditi o elaborati

Evita di norma piatti eccessivamente conditi o cibi troppo elaborati. Sì al gelato come pasto sostitutivo, se inserito in un’alimentazione bilanciata e variata, e fai attenzione all’apporto dietetico di tutti i nutrienti durante l’arco della giornata.

Varia spesso le tue scelte a tavola

La dieta deve essere variata ed equilibrata, tenendo conto delle specifiche condizioni ed esigenze individuali. Il consumo a rotazione di tutti gli alimenti disponibili è la regola principale per una dieta nutrizionalmente adeguata nonché sicura sotto l’aspetto igienico: la varietà delle scelte serve infatti a soddisfare il fabbisogno di tutti i nutrienti e a diluire l’assunzione di eventuali sostanze indesiderate contenute negli alimenti.

  • Via libera al consumo di frutta e verdura! Sono ricche di vitamine, minerali, fibra alimentare, ma anche di altre sostanze ad attività antiossidante, protettive per l’organismo, il cui fabbisogno aumenta con l’aumentare dell’esposizione ai raggi solari.
  • Usa preferibilmente condimenti di origine vegetale, privilegiando l’olio d’oliva.
  • Dai la preferenza ad alimenti “protettivi”come il pesce, che contiene acidi grassi polinsaturi della serie omega-3 preziosi per l’apparato cardiovascolare, e allo yogurt, che contribuisce al benessere intestinale. Lava sempre bene le verdure prima del consumo, soprattutto se crude!
  • “Si” ai piatti unici che garantiscano un’alimentazione completa ma leggera.
  • “Si” al piacere di un dolce ma con moderazione, senza esagerare.

Bevi 2 litri di acqua al giorno

Il nostro corpo è costituito per la maggior parte da acqua: l’equilibrio tra quella che eliminiamo e quella che assumiamo è una condizione di salute essenziale. In particolare in estate, l’eccessiva sudorazione può innescare gravi problemi di disidratazione. Bere è quindi un imperativo importantissimo in estate.

Bevi senza aspettare di aver sete! E ricorda che l’acqua del rubinetto è potabile e sicura per le sue caratteristiche chimico-fisiche ideali ed anche utile per reintegrare in modo adeguato gli elettroliti persi con il sudore

Altre bevande

E’ consigliato il consumo di frullati, spremute, centrifugati e succhi di frutta, (anche senza aggiunta di zuccheri, considerando che la frutta li contiene naturalmente). Non abusare di bevande alcoliche e limita l’assunzione di bevande gassate e zuccherate: queste infatti apportano calorie superflue e non te ne accorgi! Un grammo di alcol fornisce un apporto calorico quasi doppio rispetto ad un grammo di zuccheri. Limita l’assunzione di bevande ad elevato tenore di caffeina, in particolare gli energy drink.

Consuma cibi freschi e non ghiacciati!

Attenzione ai cibi e alle bevande ghiacciate: possono provocare pericolose congestioni.

Consuma poco sale e iodato

E’ scientificamente provato che ridurre il sale nella dieta giova sia agli ipertesi che ai normotesi. Il consumo di sale iodato è un ottimo veicolo per apportare lo iodio nel nostro organismo.

Privilegia la vita attiva

Con la stagione estiva si moltiplicano le occasioni di attività motorie, ma attenzione, questa attività deve essere graduale ed adeguata al tuo stile di vita. Evita le ore troppo calde per fare attività fisica.

Fonti: Ministero della Salute

  • Alimentazione sicura per un’estate di salute: le 10 regole da osservare (2 agosto 2010)
  • Alimentazione sana per un’estate di salute (7 agosto 2010)

Foto: Smaku

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


2 commenti per Alimentazione sana e sicura in estate per vincere il caldo

  • Sulla sicurezza alimentare si continua a scherzare senza essere consapevoli delle possibili conseguenze.
    La Stampa di oggi: “Mangia la pasta al forno e muore“.

  • Questa mattina è salito a sette il numero delle persone decedute in seguito al contagio con il batterio Escherichia coli (Ehec), riscontrato in un campione di cetrioli di origine spagnola e responsabile di sintomi gastro-intestinali e della sindrome uremico-emolitica.
    L’Istituto di Igiene di Amburgo ha individuato il batterio Ehec in tre cetrioli di provenienza spagnola ed in uno arrivato dall’Olanda. Nel frattempo le autorita’ iberiche hanno chiuso due aziende produttrici di verdure nei pressi di Malaga ed Almeria, mentre le autorita’ olandesi contestano che uno dei cetrioli incriminati sia arrivato in Germania dal loro Paese.

Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>