La Ordinanza 2010 sulle ondate di calore

Pubblicata la “Ordinanza contingibile ed urgente relativa alla tutela delle persone maggiormente suscettibili agli effetti delle ondate di calore” del Ministero della Salute del 19 maggio 2010 (G.U. n. 126 del 01.06.2010).

Riportiamo il testo del provvedimento a tutela dei cittadini più fragili e una serie di collegamenti ad altre pagine con consigli pratici e razionali su come affrontare al meglio l’emergenza caldo.

                      IL MINISTRO DELLA SALUTE 

  Visto l'art. 32, della legge 23 dicembre 1978, n. 833;
  Visto l'art. 117, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
  Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003,  n.  196,  recante  il
codice in materia di protezione dei dati personali;
  Considerato    che,    condizioni    meteorologiche     stagionali,
caratterizzate da un anomalo innalzamento  delle  temperature  e  dei
tassi di umidita', rendono necessario intervenire  con  tempestivita'
su tutto  il  territorio  nazionale  al  fine  di  attivare  adeguati
interventi, preventivi e assistenziali, necessari per prevenire gravi
danni alla salute delle categorie piu' esposte  ed,  in  particolare,
delle persone  anziane  che  versano  in  condizioni  di  difficolta'
fisiche, socioeconomiche o in solitudine;
  Considerato  che,  le  conoscenze  scientifiche  oggi   disponibili
dimostrano che le prime ondate di calore sono quelle che  determinano
un  maggiore  impatto  sulla  mortalita'  e  che  l'efficacia   degli
interventi di prevenzione dei danni  individuali  alla  salute  delle
persone si fonda soprattutto sull'identificazione dei  soggetti  che,
per eta', caratteristiche  sanitarie  e  sociali,  sono  maggiormente
suscettibili agli effetti nocivi  delle  ondate  di  calore  e  sulla
offerta attiva a tali soggetti a rischio elevato, delle  attivita'  e
dei servizi sanitari e sociali, disponibili sul territorio;
  Ravvisata la  necessita'  di  disporre  con  sufficiente  anticipo,
rispetto al verificarsi delle  condizioni  di  emergenza,  di  idonee
informazioni   sanitarie   e   sociali   sulle   caratteristiche   di
suscettibilita' agli effetti  nocivi  delle  ondate  di  calore,  per
costruire, aggiornare ed utilizzare anagrafi regionali e locali della
«popolazione fragile»;
  Considerata la necessita' di  valutare  continuamente  gli  effetti
sulla salute delle ondate di calore e l'efficacia degli interventi di
prevenzione messi in atto, attraverso l'attivazione di validi sistemi
di sorveglianza epidemiologica, al fine di aggiornare costantemente i
programmi d'intervento;
  Ritenuta la necessita'  che  i  servizi  sanitari  regionali  e  le
aziende sanitarie locali si avvalgano della facolta' di acquisire  ed
utilizzare dalle anagrafi comunali della popolazione  residente,  per
la predetta finalita' di  pubblica  utilita',  elenchi  di  tutte  le
persone di eta'  pari  o  superiore  ad  anni  sessantacinque,  senza
acquisire il loro consenso ai sensi degli articoli 18, comma 4 e  19,
comma 3, del sopracitato codice in materia  di  protezione  dei  dati
personali;
  Rilevato che, le ulteriori  iniziative  di  sostegno  e  assistenza
prestate in  particolare  in  favore  di  soggetti  bisognosi  o  non
autosufficienti o incapaci, ivi  compresi  i  servizi  di  assistenza
economica  o  domiciliare,   di   telesoccorso,   accompagnamento   e
trasporto, sono individuate come  attivita'  di  rilevante  interesse
pubblico ai sensi dell'art. 73, comma 1, lettera b), del sopraccitato
codice in materia di protezione dei dati personali;
  Tenuto conto che,  questo  Ministero  ha  elaborato,  aggiornato  e
diffuso apposite linee guida per promuovere la messa a punto di piani
locali di sorveglianza e risposta  verso  gli  effetti  sulla  salute
delle ondate di calore;
  Considerato che, a tal fine,  si  rende  indispensabile  e  urgente
effettuare con immediatezza una iniziativa straordinaria  e  organica
allo scopo di conoscere l'esatta entita', quantitativa e  qualitativa
dei soggetti beneficiari degli interventi medesimi;
  Ritenuti sussistenti i presupposti di  contingibilita'  ed  urgenza
per provvedere nei termini indicati; 

                               Ordina: 

                               Art. 1 

  1.  Ai  fini  della  pianificazione,  organizzazione,  gestione   e
valutazione dei programmi  di  emergenza  per  la  prevenzione  degli
effetti  sulla  salute  delle  ondate  di  calore,  con   particolare
riferimento alla organizzazione  e  gestione  delle  «anagrafi  della
fragilita'»  e  dei  sistemi  di  sorveglianza   epidemiologica,   le
amministrazioni comunali trasmettono alle  aziende  unita'  sanitarie
locali gli appositi elenchi della popolazione residente di eta'  pari
o superiore ad anni sessantacinque,  iscritti  nelle  anagrafi  della
popolazione residente, aggiornati  alla  data  del  1°  aprile  ed  i
successivi  aggiornamenti  con  periodicita'  definita  da   ciascuna
regione.
  2. Le aziende unita' sanitarie locali, avvalendosi dei dati di  cui
al comma 1 e di altri dati ritenuti idonei a individuare  le  persone
interessate, intraprendono in collaborazione con la Protezione civile
ogni opportuna iniziativa volta a  prevenire  e  a  monitorare  danni
gravi ed irreversibili a causa delle  anomale  condizioni  climatiche
legate alla  stagione  estiva,  specie  in  favore  di  persone  piu'
suscettibili agli effetti alle ondate di  calore  per  condizioni  di
eta', salute, solitudine e fattori socio-ambientali.
  3.  Le  amministrazioni  comunali  provvedono  analogamente,  anche
attraverso  servizi  di  assistenza  economica  o   domiciliare,   di
telesoccorso, di accompagnamento e di trasporto.

                               Art. 2 

  1. La presente ordinanza ha validita' fino alla data del 30 ottobre
2010.
  La presente ordinanza entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
    Roma, 19 maggio 2010 

                                                   Il Ministro: Fazio

Vedi anche:

di Criel

Medico, redattore di Eumed.org.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>