I sintomi di malattie gravi che dovresti conoscere

Alcuni sintomi avvertono che si ha bisogno di cure immediate. Impara a riconoscerli.

Un inspiegabile dolore al polpaccio o la difficoltà a trovare le parole possono essere sintomi di una condizione grave o pericolosa per la vita?

Il nostro corpo invia segnali, i sintomi e i segni, che ci avvisano di eventuali problemi. Per fortuna, la maggior parte dei sintomi si rivelano non preoccupanti. Ad esempio, la maggior parte dei mal di testa sono causati da stress, affaticamento, mancanza di sonno, disidratazione, mancanza di caffeina o da altre cause banali.

A un tratto, un forte mal di testa – il peggiore di tutta la vita – potrebbe significare un sanguinamento nel cervello. Essere in grado di riconoscere i sintomi di condizioni gravi e chiamare il 118 può salvare la vita.

1. Dolore o fastidio al torace, dolore al braccio, alla mandibola o al collo. Improvvisa sudorazione fredda, estrema debolezza, nausea, vomito, sensazione di svenimento o di essere a corto di fiato.

Un malessere del genere può indicare un attacco cardiaco. Se si hanno alcuni di questi sintomi, chiama il 118 senza aspettare. Durante un attacco di cuore, parlandone sempre con l’operatore del 118, è consigliato masticare una normale compressa di Aspirina ® (a meno di non essere allergici) per aiutare a limitare i danni al muscolo cardiaco.

Non tutti coloro che hanno un attacco di cuore avvertono il dolore toracico o una intensa sensazione di costrizione al collo. Alcune persone, soprattutto donne, gli anziani e le persone con diabete, possono avere attacchi di cuore indolore. Conoscere i segnali di un attacco di cuore senza dolore è di fondamentale importanza: debolezza, un improvviso capogiro, palpitazioni, mancanza di respiro, sudorazione intensa, sensazione di angoscia, nausea e vomito.

E’ molto importante conoscere i segni di un attacco di cuore e capirli nel contesto in cui si verificano. Tutti possiamo avere un dolore alla mandibola ma non è corretto pensare subito “Ho un attacco di cuore!”. Se c’è, invece, anche sudorazione e si hanno alcuni dei sintomi che abbiamo elencato – la mancanza di respiro e così via – allora è giusto sospettare che stia accadendo qualcosa di grave.

2. Paralisi delle braccia e delle gambe, formicolio, intorpidimento, confusione, vertigini, visione doppia, disturbi del linguaggio, difficoltà nel trovare le parole o debolezza, in particolare su un lato del viso o del corpo.

Questi segnali possono indicarci un ictus cerebrale, in cui le arterie che portano l’ossigeno al cervello si ostruiscono o si rompono e il tessuto cerebrale muore.

I sintomi dipendono da quale zona del cervello è coinvolta. Se non funziona un grosso vaso sanguigno, può essere colpita un’area talmente vasta che una persona può avere paralisi su tutto un lato del corpo e perdere altre funzioni, come la parola e la comprensione. Se si blocca un vaso sanguigno più piccolo, si può avere una paralisi limitata ad un braccio o una gamba.

In questi casi si deve avvertire subito il 118 per arrivare prima possibile in Pronto Soccorso, dove è possibile ricevere una terapia mirata. Tale trattamento, che dissolve i coaguli nei vasi bloccati, deve essere somministrato entro le prime tre ore dall’inizio dei sintomi. In qualche circostanza può essere necessario un intervento chirurgico urgente. In ogni caso è bene sapere che le cure più recenti potrebbero funzionare entro un periodo di tempo più lungo.

Ricordate sempre che si tratta di un’emergenza: un trattamento rapido può fermare la morte del tessuto cerebrale prima che le lesioni cerebrali diventino permanenti.

3. Debolezza e dolore al polpaccio, dolore al petto, respiro corto o tosse con sangue.

Questi sintomi indicano inizialmente una trombosi venosa. Consiste nella formazione di un coagulo di sangue potenzialmente pericoloso in una vena della gamba. Accade soprattutto se si è stati seduti per molto tempo, come ad esempio su un aereo o durante un lungo viaggio in macchina. Questi sintomi possono anche comparire se si è stati a letto dopo un intervento chirurgico.

Chiunque è suscettibile. I coaguli di sangue sono più comuni di quanto si possa ritenere. Il sangue coagula più facilmente nelle gambe quando si è seduti o distesi per lunghi periodi di tempo, rispetto a quando si sta in piedi e si cammina. Se si forma un coagulo di sangue nella gamba, il polpaccio si gonfia, duole, è morbido al tatto e ci si deve far visitare.

Se si ha improvvisamente dolore al torace o mancanza di respiro, il coagulo di sangue si può essere rotto e un pezzo di esso può essere arrivato ai polmoni attraverso il flusso sanguigno. Questa condizione è l’embolia polmonare, può essere pericolosa per la vita in pochissimo tempo ed è necessario arrivare in Pronto Soccorso senza ritardo.

4. Sintomi di asma che non migliorano o peggiorano.

Gli attacchi di asma bronchiale sono caratterizzati da respiro affannoso o difficoltà respiratorie. Quando un attacco non migliora o peggiora, il paziente dovrebbe ricevere cure d’urgenza.

Se un attacco d’asma non viene curato, può portare a grave affaticamento muscolare toracico e, in casi estremi, alla morte. Alcune persone con asma persistente esitano ad andare al pronto soccorso perché ci sono già andate tante volte o perché hanno bisogno di qualcuno per guidare l’auto a causa della difficoltà a respirare. Così, invece di cercare la cura idonea, cercano di resistere anche se hanno bisogno di dosi più elevate di inalanti o se le misurazioni della funzionalità polmonare peggiorano quando si utilizza un dispositivo per misurare l’efficienza del movimento dell’aria fuori dai polmoni.

Poiché l’asma rende difficile il respiro, i muscoli per la respirazione possono stancarsi e il volume d’aria scambiato dai polmoni si riduce. Come risultato, il livello di ossigeno nel sangue diminuisce, mentre quello di anidride carbonica aumenta. Un accumulo di anidride carbonica nel sangue ha un effetto sedativo sul cervello. Si può perdere la motivazione e l’energia per respirare.

Le persone con asma, dopo aver lottato molte ore, possono sembrare più rilassate. In realtà potrebbero essere in una condizione peggiore. I pazienti che pensano di stare meglio quando in realtà stanno peggiorando sono in una condizione di grande pericolo. Alla fine, potrebbero addirittura smettere di respirare. Diventano sedati e sembrano tranquilli quando in realtà stanno morendo.

Quindi una delle più importanti considerazioni da fare è valutare la durata della crisi asmatica. Se la difficoltà respiratoria dovuta a asma bronchiale dura da diverse ore, non deve essere sottovalutata anche se sembra in miglioramento. Si deve chiamare il 118 e andare in Pronto Soccorso.

5. Depressione e pensieri di suicidio.

Poche persone possono sopportare un dolore toracico o una difficoltà respiratoria, ma molti sopportano la depressione anche se può essere pericolosa per la vita.

La depressione può essere un problema molto serio perché si può arrivare al suicidio. Molte persone non cercano una cura quando sono depresse perché pensano che la loro condizione sarà percepita come pazzia, debolezza o mancanza di virilità. Devono invece capire che esiste uno squilibrio chimico nel loro sistema nervoso e che si tratta di un malattia come qualsiasi altra.

Sintomi della depressione sono tristezza, stanchezza, apatia, ansia, cambiamenti nelle abitudini del sonno e modifiche dell’appetito. La depressione può essere curata con farmaci e psicoterapia.

Se si sente il bisogno di parlare con qualcuno o si hanno pensieri di suicidio, è possibile parlare con qualcuno subito, a qualsiasi ora, chiamando i numeri di telefono nazionali 199 284 284 oppure 02 99777.

6. Sangue nelle urine senza dolore di accompagnamento.

Ogni volta che si vede sangue nelle urine (ematuria), occorre chiamare subito il medico anche se non cè dolore.

I calcoli renali e le infezioni della vescica o della prostata sono cause comuni di sangue nelle urine. Questi problemi sono in genere dolorosi o creano disagio, il che induce le persone a rivolgersi subito al medico. Al contrario, quando si vede il sangue nelle urine ma non si sente dolore, soprattutto se accade una volta sola, molte persone decidono di aspettare. Questo comportamento, purtroppo, è sbagliato: la mancanza di dolore non significa necessariamente mancanza di importanza.

Il cancro del rene, dell’uretere, della vescica o della prostata possono causare sanguinamento nel tratto urinario quando questi tumori sono abbastanza piccoli da non causare dolore e da poter essere curabili. Questo segno non deve essere sottovalutato perché può essere l’unico indizio per una diagnosi precoce.

Se qualcosa non va, fatti sentire!

I pazienti in grado di riconoscere sintomi potenzialmente gravi possono aiutare i medici ad affrontare più efficacemente i loro problemi. Anche se non sembra accettabile, i medici sono esseri umani: possono sbagliare diagnosi importanti, compresi gli attacchi di cuore. La consapevolezza e l’attenzione del paziente può fare la differenza.

Come medico preferisco avere un paziente informato, in grado di aiutarmi affinché io non faccia errori, piuttosto che un paziente intimorito dal camice bianco o dai paroloni.

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


584 commenti per I sintomi di malattie gravi che dovresti conoscere

  • barbara

    buonasera
    molti dei sintomi sono riconducibili alla scoliosi; vero ma il gonfiore all’ascella potrebbe davvero essere solo per difetto di postura oltre che ad un aumento di peso? le scapole mi sembrano abbastanza allineate. Il peso attuale 67/68 è quello che avevo pre gravidanza. dopo la gravidanza ero scesa e rimasta per 4/5 anni sui 61/62 ora di nuovo 67/68. Questa sera sono ricorsa all’antidolorifero xchè il dente è peggiorato notevolmente ho forte dolore e nn riesco a masticare. sono preoccupata comunque lunedì prenderò coraggio e mi recherò dal medico curante.
    grazie tante

    • Possiamo fare tantissime ipotesi, come un accumulo di tessuto adiposo o un linfonodo infiammatorio per l’ascella (col caldo accade) ma la visita dal proprio medico rimane la cosa migliore per stare tranquilli.
      Per il dente, però, occorre ovviamente il dentista.

  • barbara

    buongiorno
    effettuata la visita dal medico che mi conferma accumulo di adipe con grande sollievo. il grande stress accumulato probabilmente ingigantisce le sensazioni di dolore che localizzo in più punti.
    farò cmq delle analisi generali del sangue e per il dente ho meritato un antibiotico!grazie

  • agos

    Gentile Dr. Io nell’Agosto del 2013 ho avuto un’ischemia coronarica con inserimento di stent medicato. prendo Plavix cardioaspirina tareg e torvast 40. Io sto bene. Cammino 30/40 minuti al mattino presto mangio pochi grassi e molta verdura. Da quando e’ cominciato questo grande caldo mi prendono all’improvviso degli attacchi di sudore (ogni tanto) ma senza essere accompagnati da altri sintomi. perche io a parte questo non avverto altro. E doipo un infarto uno sa riconoscere i sintomi del cuore. Il mio medico dopo visita ha detto che trattasi di ansia. Per dirle che una notte durante il ricovero in UTIC mentre ero monitorato e controllato con telecamera i parametri erano normali ed io mi sono cambiato 2 magliette intrise di sudore.

    • Salve agos. In questi giorni sto rispondendo con grande ritardo a tutti e mi scuso anche con Lei.
      Ansia e attacchi di panico sono caratteristiche comuni a tutti e dopo un evento come il Suo accadono pressoché sempre. Con il tempo o con un aiuto medico specifico andrà sicuramente meglio.

  • Girasole

    Salve Dott., volevo comunicarLe che la mia richiesta di qulche mese fa……che Lei mi ha spiegato come ansia……era un Adenoma all’ipofisi……..!

    è solo per informazione!!!!

    Grazie per le Sue info

  • Doris

    Buon giorno,
    Da un mese circa ho una sensazione di malessere generale caratterizzata da nausea costante ( a volte non riuscivo ad addormentarmi la notte per questo disturbo), dolore alla schiena a volte lombare,ma anche toracico e cervicale. Premetto che ho 35 anni e ho problemi di schiena dovuti ad una colonna dritta. La cosa che mi preoccupa però è’ che sia ieri sia il w.end scorso ho improvvisamente avvertito un senso di debolezza con sensazione di svenimento il w.end scorso accompagnato anche da sudori freddi.Mi trovo in Francia in vacanza con la mia famiglia e non ho avuto modo di misurare la pressione. Stamattina la vertigine e’ scomparsa ma rimane sempre la nausea e la debolezza. Sono una persona ansiosa e un po’ ipocondrica ma non mi era mai capitato niente del genere. Ho anche problemi di ciclo irregolare che negli ultimi 6 mesi si presenta regolarmente ogni 15 giorni e non so se può’ influire. La ringrazio in anticipo per un suo gentile riscontro.

    • Salve Doris. Solo la visita può indicare cosa è meglio fare. Il controllo della pressione, un elettrocardiogramma e un’analisi del sangue per controllare un’eventuale anemia sono indagini da fare in casi come il Suo.

  • Doris

    La ringrazio, sono tornata in Italia e oggi andrò dal mio medico per una visita come gentilmente mi ha indicato.
    Buona giornata e grazie ancora.

  • narcisa

    Buongiorno mio nipote di anni 18 é svenuto perdendo conoscenza per diverse ore ha vomitato e nella caduta si é ferito alla testa non ricordando nulla di quello che é successo. Esami del sangue tutti nella norma pressione bassa adesso continua ad avere vertigini cosa puo’ essere e che esami consiglia. Tante grazie

    • Salve narcisa. In questi casi è indispensabile e urgente una visita, meglio se in un pronto soccorso di un grande ospedale. Se la visita è già stata fatta è necessario programmarne un’altra per un controllo.
      Farei così anche se tutto dovesse sembrare a posto.

  • narcisa

    Grazie dottore faremo sicuramente cosi tanti saluti

  • dani

    salve dottore,
    è ormai da tempo che soffro di dolori al petto sopratutto nella parte del cuore e nella parte superiore della schiena… il mio medico curante ipotizza un esofagite da reflusso… vorrei sapere se anche lei la pensa cosi.. grazie.

  • Alberto M

    Buonasera Dr.Massimo:
    L’altra sera sono uscito in Bici come faccio oramai da 3 mesi a questa parte,a differenza delle altre volte pero’ ho usato,a causa di una congestione nasale,uno spray(deltarinolo) che contiene efedrina e nafazolina.
    Al rientro ho cominciato a sentire una insolita stanchezza,quasi come avessi finito completamente tutte le energie…. mi sono fatto una doccia calda e poi ho cenato con un piatto di minestrina in brodo.
    Sdraiatomi sul divano sono cominciati i sudori freddi,accompagnati dalla sensazione di dover far pipi’ ma senza farne che piccole quantita’(mi capita quasi sempre quando vado in bici).
    Durante la notte si e’ manifestata una affannosa respirazione che a volte mi ha fatto svegliare come se sentissi un soffocamento,ho sudato talmente tanto da inzuppare l’intero cuscinio…il materasso era bagnato all’inverosimile.
    Oggi mi sento meglio ma vado in affanno praticamente subito,basta uno scatto di pochi metri e mi gira la testa….ho provato la pressione….perfetta 120 max 82min …. cosa mi consiglia?.
    Grazie per l’attenzione e,nella speranza di essermi spiegato chiaramente,porgo i miei saluti. Alberto ^^

    • Salve Alberto. Ha controllato la temperatura corporea? Un po’ di febbre e una modesta disidratazione per una comune infezione virale delle prime vie aeree possono dare sintomi come i Suoi.
      Le cose da fare sono in relazione all’età, alla propria storia clinica e ad eventuali altri sintomi, come la comparsa di dolore. In linea di principio stia a riposo, beva più acqua e ne parli al medico.

  • Beatrice

    Salve, ho 19 anni.
    Premetto che ho iniziato palestra un mese fa dopo tanto che non facevo attività fisica.
    E’ da una settimana che ho mal di testa fortissimo e senso di svenimento.
    Soffro di pressione bassa (diciamo che la mia pressione normale e’ 90/60) e anche di ernia epigastrica e ultimamente quando esce mi si ginfia tutta la pancia e non come prima che si gonfiava solo la parte sotto il seno. Ah… E quando si gonfia sento un leggero senso di nausea.
    Ogni sera mi compare febbre a 37.
    Non so se tutto ciò è’ dovuto al fatto dell’attività fisica o se potrebbe essere qualcos’altro. Grazie.. Spero di essere stata chiara.

    Beatrice

    • Buonasera Beatrice. Si prenda un po’ di riposo, controlli la temperatura almeno due volte al giorno e si idrati bene.
      Se i sintomi persistono, ne parli con fiducia al medico entro la settimana. È il modo migliore per soffrire di meno e capire se è il caso di controllare l’ernia o un’eventuale anemia.

  • Giuseppe

    Buonasera. Allora, circa un mese fa ho passato un fine settimana a Torino che mi ha un pó creato dei problemi. Siamo partiti il sabato mattina prestimo dal mio paese e durante la giornata per via del sonno ho preso qualche caffè di troppo. La sera invitato da amici abbiamo esagerato un bel pó con l’alcool (vodka, birra, teckila). Niente, l indomani mi sono alzato per pranzare e stavo malissimo; giramenti di testa, tachicardia, nausea, debolezza. Pensavo fosse solo causa della giornata passata ed invece no, è praticamente da un mese che ho sempre gli stessi sintomi; da impazzire. Cosa puó essere??

    • Salve Giuseppe. Ipertensione arteriosa, problemi epato-biliari o cardio-vascolari, anemia: possiamo fare tante ipotesi ma, da ciò che scrive, occorre una semplice visita medica. Controlli la pressione e ne parli al medico senza aspettare oltre. Dovrà fare alcuni esami.

  • Giuseppe

    ho fatto già le analisi, una visita dal cardiologo ed il cuore è tutto ok, devo solo fare a giorni l’orter per 24 ore. per quanto riguarda le analisi al sangue i valori sono tutti perfetti, anche quelli della tiroide. Io però continuo a sentirmi lento, a avere giramenti di testa, di tanto in tanto tachicardia. Non so se è stato il freddo, i caffè, l’acool o le sigarette ma è da quel fine settimana sto spesso male. L’acool ed i caffè li ho eliminati, le sigarette le ho diminuite drasticamente ma niente da fare, siamo sempre al punto di partenza

    • Giuseppe, bene: questi risultati sono confortanti. I sintomi che Lei ha non sono specifici per una malattia particolare ed è necessario procedere per gradi. Nei casi come il Suo è essenziale raccordarsi strettamente con il medico di famiglia, che può consigliare accertamenti successivi come l’Holter (lo farà tra poco) oppure una visita otorinolaringoiatrica o un ecocolordoppler del collo.

  • aida22

    Salve dottore e da circa 2 anni che soffri di una strana sensazione sensi di instabilità ho 27 anni ho fatto tutte le esame (rm)al cervello risulta posetivo (cardiogramma)positivo (otorino)diverse esame positive (oculista)positivo rx torace positivo rx collo e hanno trovato collo rigido e devo fare li fisioterapie secondo lei cosa po essere questi sensi di instabilità e difficoltà al linguagio mi stanno ammazzando

    • Salve aida22. La sensazione di instabilità (vertigini?) può nascere, per esempio, in caso di problemi al collo dovuti ad un’artrosi cervicale. Ha già fatto molte visite ma in caso di disturbo persistente è il caso di verificare l’eventualità di una origine neurologica con uno specialista.

  • diego

    Buongiorno dottore.ho 31 anni.E da 3 mesi che avverto sintomi strani.tutto e iniziato una notte di 3 mesi fa in cui sentivo il respiro piu affannoso del solito prima di dormire.Il giorno dopo mi son recato al lavoro col mal di pancia gia di primo mattino,mi son sentito debole sudorazione fredda nausea e conati di vomito.Dopo ce stato un periodo di stallo ora,soprattutto di mattina presto non digerisco nulla mangiando anche solo 2 biscotti mi viene la diarrea e comunque ho continue eruttazioni di aria anche a stomaco vuoto,inoltre sento un fastidio al muscolo sottocoscia delle gambe,lo sento tirare,teso.Spesso,soprattutto al mattino mi alzo gia col mal di pancia e la diarrea a stomaco vuoto e sensazione di nausea che mi opprime,come se dovessi vomitare da un momento all altro.MI puo dare qualche consiglio su cosa potrebbero significare questi sintomi?potrebbe essere un ulcera o qualche malattia grave?.sono un ex fumatore.la ringrazio dottore.

  • Buongiorno a Lei, Diego. I Suoi sintomi possono essere dovuti a cause diverse come alcune forme infettive o infiammatorie intestinali, i calcoli alla colecisti, problemi di alimentazione o l’ansia. Una semplice visita e forse una ecografia o un esame delle feci possono aiutare a capire presto il motivo dei disturbi.

  • Diego Ottonello

    La ringrazio, stamattina sentivo gusto di sangue in bocca e sputando la saliva ha piccolissime tracce di sangue appena visibili. Ho avuto la tosse per 2settimane,è ricollegabile o ci puo essere qualcosa ai polmoni essendo un ex fumatore? L ultima pulizia dei denti lo fatta 8mesi fa. Grazie

    • Salve Diego. L’osservazione di tracce di sangue non è infrequente nelle comuni infezioni delle prime vie aeree (rino-faringe, laringe) che causano tosse prolungata. L’otorino può stabilire se c’è ancora un’infiammazione e come curarla.

  • aida22

    Secondo lei po essere legato anche a l’ansia visto che sono troppo ansiosa e loculista a linizio pensava che ero mioppa poi dopo avermi messo le gocce mi ha detto che ste cose le faccio venire io e mi ha scritto la valerana

  • Manuela

    Salve,
    ieri sera, durante un rapporto con il mio compagno, premetto che ero sdraiata, ho avvertito un forte capogiro, il respiro è diventato affannoso, mi si sono intorpiditi gli arti superiori ed inferiori compreso il viso con perdita della parola e dei movimenti, avevo le mani completamente chiuse e rigide, ed una sudorazione intensa. Il tutto è durato una decina di minuti, successivamente ho avuto in tutto il corpo per circa 3 ore un forte tremore, ho ripreso a parlare normalmente solo questa mattina. Sono stata in guardia medica dove hanno provato pressione 140/100 ed i battiti a 55., mi hanno rimandato in ospedale dove avrei dovuto fare un ECG d’urgenza ed invece mi hanno dato delle gocce per calmare i tremori e rispedita a casa con diagnosi crisi d’ansia. È normale secondo voi?

    • Salve Manuela. Gli attacchi di panico (qui su Eumed.org ne può trovare una descrizione) sono sgradevolissime esperienze in grado di colpire chiunque, anche la persona più forte e concreta, almeno una volta nella vita. In urgenza, sulla base del quadro clinico, il medico può ragionevolmente consigliare se ci sono o meno accertamenti da fare subito.
      Ora, semmai, ne parli serenamente con il medico di famiglia: in molti casi una semplice valutazione psichiatrica può ridurre quella bruttissima sensazione iniziale di disorientamento, chiarire alcuni aspetti psicologici e prevenire subito eventuali recidive.

  • Paolo

    Gentile dottore,
    Da mesi accuso debolezza e affaticabilita, ho eseguito tutti gli esami del sangue possibili ed immaginabili ( sotto consiglio di un vostro collega bravissimo) tutti nella norma ho fatto anche rx toracica con esito negativo.
    Da qualche giorno accuso formicolio sul lato dx su mano coscia e viso e febbre a 37. Sono andato ieri dal neurologo che mi ha detto che dalla visita ( durata mezz ora) non risulta nulla. E mi ha prescritto remeron 30 mezza la sera. Lei cosa pensa??
    Cordialmente.

  • Mauro

    Buona sera dottore. Ho un problema che mi sta abbassando la qualità di vita. Ho sempre avuto spesso problemi di diarrea fin da bambino. Ho 31anni fumo 40 sigarette al giorno, e luglio scorso al lavoro ho avuto sudorazione fredda, sensazione forte di nausea, una sensazione come se lo stomaco fosse attorcigliato e dolirante, sono andato a casa e mi sono venuti i conati di vomito anche se avevo lo stomaco vuoto, la sera prima dell evento a letto sdraiato avevo come una sensazione di respirare male. Ho preso molti fermenti lattici su consiglio del medico e cercati dimangiare ppiù sano, sono stato per un po bene ma adesso questa sensazione di nausea e affaticamento si sta ripresentando accompagnata da un accentuarsi di dermatite che ho da molti anni e emorroidi, e ho spesso e costantemente mal di pancia e diarrea soprattutto al mattino, eruttazioni frequenti. Non faccio sport e un lavoro sedentario, lavoro su turni quindi una vita un po sregolata, dormo tardi alla sera e non sempte molto. Ho fatto esami del sangue, nella norma, test helitobacter negativo. Mi può aiutare con questo problema che mi sta distruggendo la vita? Grazie mille

    • Salve Mauro. In casi del genere il consiglio principale è sempre quello di fare il punto della situazione con il medico di famiglia. Tra gli accertamenti da fare subito si può pensare ad un elettrocardiogramma di controllo e ad una ecografia epato-biliare.
      È importante rimettere un po’ d’ordine nei ritmi della vita quotidiana, curare l’alimentazione e prefissarsi di bere una buona quantità di acqua ogni giorno. Cambiare le proprie abitudini può essere difficile nelle prime settimane ma può regalare sorprese.
      Di certo quelle 40 sigarette non aiutano… Ha mai pensato di smettere?

  • grancihio

    salve dottore le scrivo perchè stamattina mi sono svegliato con un dolore alla mandibola. il dolore è presente anche alla base dei denti e arriva fino alla punta dei denti. ho fatto una visita con ECG proprio ieri perchè da un po di giorni soffro di dolore al braccio sinistro che va e viene. cosa potrebbe esser secondo lei?
    ECG nella norma, pressione anche. sono un ragazzo di 23 anni normopeso. grazie, cordiali saluti

Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>