Il fascicolo elettronico. Cos’è e come cambierà la Sanità in Italia

Fascicolo sanitario

Dopo la ricetta elettronica, già in funzione da qualche tempo, la digitalizzazione della sanità italiana va avanti con il fascicolo elettronico. Con le norme appena approvate, gli assistiti e i medici potranno accedere ai dati sanitari e socio assistenziali. Mediante un collegamento in Rete le informazioni potranno essere lette per assistere meglio il malato o accertarne le necessità. E si potrà disporre, fra le altre cose, del dossier dei farmaci usati, della propria dichiarazione di eventuale disponibilità a donare gli organi, ma anche dei verbali del pronto soccorso, dei risultati dei propri accertamenti e di molto altro ancora.

Per i farmaci le prospettive sono quelle di rendere ancora più veloci le attività di farmacovigilanza in caso di effetti indesiderati e reazioni avverse. Incrociando i dati di vendita con quelli di prescrizione si potrà disporre di un quadro più preciso sul consumo di antibiotici, strumento essenziale anche per il contrasto al fenomeno dell’antibioticoresistenza.

Gli ospedali e gli studi dei medici di famiglia il salto lo hanno già compiuto: la digitalizzazione è infatti a buon punto. L’ultimo problema da superare sarà però quello di rendere i vari sistemi informatici in grado di parlare fra di loro con la stessa lingua.

Per approfondire:

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>