Cure “miracolose”: guida per il paziente, e non solo

Esistono rimedi a cui vengono attribuite virtù eccezionali senza che vi sia alcuna evidenza scientifica. Ecco come orientarsi.

Cure miracolose, guida per il paziente
Chi è malato o vuole evitare di diventarlo spera di trovare un rimedio che offra qualcosa di meglio rispetto alla medicina convenzionale. TV, giornali e internet sono pieni di annunci e conversazioni sull’ultimo eccezionale ritrovato per la salute. Molto spesso, però, queste informazioni sono incomplete, non provate o addirittura fraudolente. Alcune pratiche alternative sono davvero fantasiose mentre altre sono presentate in modo verosimile, con dati e grafici che spingono a credere giocando sull’ansia di saperne di più o sulla disperazione.

Finalmente anche in Italia ci siamo accorti che è indispensabile difendersi dalle false medicine. L’Agenzia Italiana per il Farmaco (AIFA) annuncia oggi “Non ho nulla da perdere a provarlo”, la versione italiana ufficiale della guida per i pazienti realizzata dalla non-profit inglese Sense About Science. La guida è stata tradotta e adattata dall’AIFA per aiutare i pazienti e le loro famiglie a distinguere i trattamenti basati sulle prove scientifiche da quelli privi di presupposti rigorosi.

Facile e vivace, questo piccolo e-book gratis in PDF è consigliato a tutti.

 

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>