Guida: l’accesso alle cure della persona straniera

Un vademecum coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità.

Ho l'audacia di credere che i popoli di tutta la terra  possano ottenere tre pasti al giorno per il loro corpo, istruzione e cultura per la loro mente, dignità, uguaglianza e libertà per il loro spirito. Rimarremo insoddisfatti finché l’integrazione non apparirà più come un problema, ma come un’opportunità per partecipare alla bellezza della diversità. - Martin Luther King

Cosa deve fare uno straniero per ottenere la tessera sanitaria? Chi ne ha diritto? Gli immigrati presenti nel nostro Paese, ma privi del permesso di soggiorno, possono ricevere cure sanitarie? A queste e a molte altre domande risponde ora un vero e proprio vademecum rivolto a tutti coloro che si trovano a dover fornire indicazioni, a loro volta, alle persone immigrate relativamente alle richieste di accesso ai Servizi socio-sanitari e di assistenza.
La guida L’accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative nasce dalle numerose domande pervenute nel corso degli anni al Servizio Telefono Verde AIDS e IST (Infezioni Sessualmente Trasmesse) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) da parte di operatori socio-sanitari, mediatori linguistico-culturali, volontari impegnati nella tutela del diritto alla salute delle persone migranti, nonché da parte di molti stranieri in difficoltà nell’accedere alle strutture socio-sanitarie presenti sul territorio nazionale.

Il lavoro, curato dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute, è suddiviso in sei sezioni, ognuna delle quali tratta un aspetto della tematica e termina con delle FAQ (Frequently Asked Questions). L’ultima sezione è dedicata al facsimile di documenti/certificati standard quali: richieste di prestazione sanitaria, tessera sanitaria, permesso di soggiorno, ricevuta attestante la presentazione dell’istanza di emersione dal lavoro irregolare, modello di dichiarazione indigenza.

Il vademecum è il risultato dalla collaborazione tra:

  • l’Unità Operativa di Ricerca psico-socio-comportamentale, Comunicazione, Formazione (UO RCF) e il Centro Operativo AIDS (COA), due strutture del Dipartimento di Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate dell’ISS;
  • il Ministero della Salute;
  • un esperto legale in diritto dell’immigrazione del Foro di Palermo;
  • gli specialisti in editoria scientifica e grafica del Settore Attività Editoriali dell’ISS.

In merito ai temi trattati in questa guida, un esperto legale sul diritto alla salute delle persone straniere risponde al Telefono Verde AIDS e IST (800 861 061), in italiano e in inglese, il lunedì e il giovedì, dalle ore 14.00 alle ore 18.00.

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>