6 consigli per evitare errori con i farmaci

Scopri come usare le medicine al meglio per evitare terapie che non funzionano o effetti collaterali.

FarmaciImpara il nome dei tuoi farmaci

Non ti limitare a prendere la ricetta dal medico e a portarla in farmacia senza leggere ciò che vi è scritto. Il nome di un farmaco può essere composto da una o più parole. Imparare il nome commerciale e il nome del principio attivo per intero può sembrare complicato ma consente di evitare confusioni: sapevi che alcuni farmaci con lo stesso nome commerciale (o quasi!) hanno principi attivi diversi?

Il farmacista e i suoi collaboratori sono professionalmente preparati a darti ciò che serve. È un’importante garanzia di sicurezza. Se conosci il nome corretto del farmaco potrai controllare anche tu.

Informati su come utilizzare il farmaco

In caso di necessità particolari sarà sempre il medico a informarti come e quando assumere un farmaco. Negli altri casi le istruzioni contenute nella confezione del farmaco sono generalmente sufficienti. Leggi attentamente il foglietto illustrativo anche se credi di conoscere bene il farmaco: negli anni le istruzioni possono cambiare.

Esistono alcune buone domande per avere le idee chiare:

  • Cosa devo fare se dimentico una dose?
  • Devo prendere questo farmaco, prima, durante o dopo i pasti?
  • Quanto tempo deve passare tra una dose e l’altra?
  • Quali effetti collaterali potrei avere?
  • Quando devo contattare il mio medico o il farmacista se ho effetti collaterali?
  • Ci sono altri farmaci, sostanze (integratori, prodotti erboristici), alimenti o attività (guidare, lavori manuali) che dovrei evitare durante l’utilizzo di questo farmaco?
  • Il farmaco deve essere conservato in frigorifero o a temperatura ambiente?

Impara ciò che il farmaco può curare

Un comune dolore di stomaco non si cura con gli stessi farmaci per un dolore al ginocchio. Conoscere le indicazioni di un farmaco significa avere maggiori probabilità di usarlo correttamente, di sapere cosa ci si può aspettare e di riferire nel modo giusto al medico.

Conserva il farmaco nella sua confezione

Se non si è attenti a controllare l’etichetta, nel pieno della notte può capitare di mettere le gocce per le orecchie negli occhi o di dare la medicina per il bambino più grande a quello più piccolo. Conserva il farmaco nella sua confezione originale: in questo modo potrai conservare correttamente i farmaci sensibili alla luce, controllare più facilmente la data di scadenza e avere a portata di mano il foglietto illustrativo con le istruzioni.

Usa questo accorgimento anche in viaggio.

Informa i professionisti sanitari su ciò che stai prendendo

A seconda dei casi è importante che il medico, l’infermiere o il farmacista conoscano i farmaci, i medicinali, gli integratori alimentari e i prodotti erboristici che stai assumendo. Ciò contribuirà a garantire che non si utilizzino due farmaci con lo stesso principio attivo e che non si abbiamo interazioni nocive tra sostanze diverse.

Prepara una lista dei farmaci

In caso di malattie croniche tieni sempre con te, in borsa o nel portafogli, un elenco dei farmaci e degli integratori che stai usando. Conserva una copia dell’elenco in casa e presso un familiare o un amico. Così i medici potranno essere informati meglio in caso di emergenza.

Leggi anche:

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>