Ustica, incidente subacqueo dopo la riapertura della camera iperbarica

Muore un sub, fuori pericolo la guida subacquea che ha operato i primi soccorsi.

Camera iperbaricaTragedia nelle acque di Ustica, dove un sub è morto. La vittima era un medico di 60 anni originario di Taranto. Secondo il Comando generale delle Capitanerie di Porto i fatti risalgono intorno alle 11 di ieri, quando un gruppo di dodici persone, a bordo di un’imbarcazione, ha lasciato il porto per recarsi alla vicina Grotta dei gamberi a -46 metri.

Giunti sul posto, in due sono rimasti a bordo, mentre le altre dieci persone si sono immerse. Il sub colto da malore è stato visto dai suoi compagni privo di sensi. Subito soccorso dalla guida subacquea, è stato portato in superficie e poi sull’isola, ma sarebbe arrivato a riva già morto. La guida che lo ha soccorso è stata subito sottoposta a terapia ricompressiva presso la camera iperbarica dell’isola ed è fuori pericolo.

La camera iperbarica di Ustica, insieme a quella di Lampedusa, è stata riattivata il 1 maggio in occasione della stagione estiva. Le due camere, di proprietà dell’ASP di Palermo, saranno operative 24 ore su 24 e garantiranno la risposta alle emergenze subacquee fino al 31 ottobre 2013. Una terza camera, sempre della stessa ASP, si trova presso il l’Ospedale Civico di Partinico ed è operativa tutto l’anno. Il personale sanitario è gestito dall’ASP e impiega medici ed infermieri esperti in campo iperbarico, mentre il servizio tecnico è garantito dalle ditte Sistemi Iperbarici Srl e Sistemi Iperbarici Servizi.

Foto: drubbo (CC BY-NC-ND 2.0)

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>