Mio figlio è troppo malato per andare a scuola?

I consigli dell'American Academy of Pediatrics per orientarsi meglio sui sintomi.

ScuolaUno dei modi migliori per rimanere in buona salute è quello di lavarsi le mani con acqua e sapone per 20 secondi. Talvolta, però, non basta ed ecco comparire il naso che cola, la tosse o i dolori di pancia.

Sopravvalutare alcuni sintomi può far perdere inutilmente giorni di scuola, ma è meglio tenere a casa i bambini se non stanno abbastanza bene per imparare durante le lezioni. Alcuni consigli, oltre al vostro buon senso, possono aiutarvi a decidere meglio.

Il sistema immunitario dei bambini non ha imparato a resistere ai virus più comuni. Ecco perché, fino a quando hanno otto anni o giù di lì, i bambini sembrano portare a casa tutto ciò che gira a scuola. Possono avere 6 o anche 10 raffreddori all’anno.

I bambini si raffreddano spesso, quindi, e non sempre devono stare a casa. Quando invece non si sentono abbastanza bene per le normali attività quotidiane o non mostrano di voler giocare, allora potrebbero essere troppo malati per andare a scuola.

Ecco i principali motivi per non mandare a scuola vostro figlio.

  • Mal di gola forte da 48 ore.
  • Vomito per due o più volte nel corso di un periodo di 24 ore.
  • Febbre.
  • Tosse severa, ripetuta, o problemi respiratori.
  • Diarrea ripetuta da almeno un giorno.
  • Dolori di pancia che durano per più di due ore.
  • Piccole piaghe aperte sulla bocca.
  • Una eruzione cutanea inspiegabile.
  • Gli occhi rossi, che possono essere il segno di una malattia sistemica, magari ancora all’esordio, oppure di una congiuntivite batterica in 1 bambino su 3.

Il raffreddore, l’influenza “intestinale”, la congiuntivite e il mal di gola sono responsabili della maggior parte dei giorni di scuola persi. Se notate sintomi peggiori di un raffreddore comune, come un mal di orecchio, contattate il pediatra del bambino.

I bambini che si isolano e sembrano stanchi possono avere un problema fisico o psicologico: parlatene al pediatra.

I bambini a cui è stata diagnosticata una condizione contagiosa come un mal di gola, la varicella, l’influenza o una malattia esantematica non devono andare a scuola se sono ancora in grado di trasmettere la malattia a qualcun altro.

Fonte: The American Academy of Pediatrics.

Foto: mariella44 (CC BY-NC-SA 2.0)

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>