Le checklist aiutano i chirurghi nelle situazioni critiche

Uno studio pubblicato ieri sulla rivista New England Journal of Medicine ha valutato l'efficacia delle liste di controllo nella gestione delle emergenze in sala operatoria.

Sala operatoriaUn intervento chirurgico procede senza intoppi. E’ stato pianificato nei minimi dettagli per ridurre il rischio di complicanze gravi. Poi, all’improvviso, il cuore del paziente smette di battere o inizia un sanguinamento incontrollabile; e scoppia il caos in sala operatoria.

Non si tratta di un film. Un ospedale con 10.000 interventi l’anno registra circa 145 emergenze chirurgiche.

Uno studio pubblicato ieri sul New England Journal of Medicine ha reclutato 17 squadre chirurgiche di tre ospedali della zona di Boston e simulato più di 100 emergenze in sala operatoria con un paziente robot. In un ambiente ad alta fedeltà i chirurghi hanno potuto sperimentare sedute operatorie particolarmente critiche. La ricerca, durata quattro anni, ha previsto l’impiego di checklist nel corso delle emergenze. La formulazione delle liste di controllo si è avvalsa della collaborazione di esperti del settore aeronautico.

Ecco in sintesi i risultati: le équipe chirurgiche che hanno utilizzato liste di controllo durante una complicanza intra-operatoria pericolosa per la vita hanno avuto il 74 per cento di probabilità in meno di saltare un passaggio vitale nelle procedure.

Dopo le simulazioni quasi tutti i chirurghi partecipanti si sono dichiarati disposti ad adottare checklist per la gestione di eventi critici.

Secondo gli autori dello studio tutti gli ospedali e le squadre chirurgiche dovrebbero avere liste di controllo su misura per essere preparati in sala operatoria. Se si è in una situazione davvero stressante, la mancanza di una checklist può influenzare il recupero e la sopravvivenza del paziente.

Il personale che verifica i punti della lista di controllo è di solito riconducibile all’anestesista e all’infermiere.

Il rifiuto delle équipe chirurgiche ad adottare le liste di controllo è riconducibile alla convinzione che certi eventi non possano accadere a loro o che non si ha bisogno di una lista di controllo per fare la cosa giusta al momento giusto. I risultati dello studio dimostrano invece che si può essere erroneamente convinti delle proprie capacità in condizioni di stress.

Le checklist stanno migliorando la cura del paziente nelle sale operatorie degli ospedali. La stessa attenzione alla sicurezza dovrebbe essere estesa anche alle procedure chirurgiche ambulatoriali, di endoscopia e di radiologia interventistica.


Arriaga AF, Bader AM, Wong JM, Lipsitz SR, Berry WR, Ziewacz JE, Hepner DL, Boorman DJ, Pozner CN, Smink DS, Gawande AA. Simulation-based trial of surgical-crisis checklists. N Engl J Med. 2013 Jan 17;368(3):246-53. doi: 10.1056/NEJMsa1204720.

Leggi anche:

Foto: stock.xchng

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>