Linee guida USA sulla trasfusione di emazie

Le raccomandazioni dell'American Association of Blood Banks (AABB).

TrasfusioneOgni anno in tutto il mondo vengono trasfuse circa 85 milioni di unità di globuli rossi. L’uso ottimale ha come obiettivo il raggiungimento dei migliori risultati clinici evitando le trasfusioni inutili, che aumentano i costi e espongono i pazienti a potenziali rischi infettivi e immunologici.

I medici usano comunemente la concentrazione di emoglobina per decidere quando trasfondere. Tuttavia, la maggior parte delle linee guida sottolinea che la trasfusione deve essere effettuata a seconda dei sintomi di anemia e non sulla base della sola concentrazione di emoglobina.

Precedenti linee guida hanno identificato i pazienti con malattia coronarica come un sottogruppo importante a cui potrebbe essere indicato un trattamento diverso.[1, 2] Alcuni studi indicano un più alto rischio di morte e di complicanze per anemia in presenza di malattia coronarica.[3] La fornitura di ossigeno dai globuli rossi al cuore si può infatti ridurre, tanto da diventare critica, in caso di ostruzione delle arterie coronarie e anemia.  Vi è quindi timore nel limitare le trasfusioni di eritrociti ai pazienti con malattia cardiovascolare ischemica.

L’American Association of Blood Banks (AABB) ha sviluppato una linea guida per fornire raccomandazioni cliniche sui limiti di concentrazione di emoglobina e di altre variabili cliniche che indicano le trasfusioni di emazie negli adulti emodinamicamente stabili e nei bambini.[4]

Raccomandazione 1: La AABB raccomanda di aderire a una strategia trasfusionale restrittiva (emoglobina da 7 a 8 g/dl) in pazienti ospedalizzati e stabili. In pazienti adulti e pediatrici in unità di terapia intensiva, la trasfusione deve essere valutata a concentrazioni di emoglobina pari o inferiori a 7 g/dl. Nel postoperatorio dei pazienti chirurgici la trasfusione deve essere valutata ad una concentrazione di emoglobina pari o inferiore a 8 g/dl oppure in caso di sintomi (dolore toracico, ipotensione ortostatica, tachicardia che non risponde alla terapia con fluidi, insufficienza cardiaca congestizia).

Raccomandazione 2: la AABB suggerisce di aderire ad una strategia restrittiva nei pazienti ospedalizzati con preesistente malattia cardiovascolare, valutando la trasfusione per i pazienti con sintomi o con un livello di emoglobina uguale o inferiore a 8 g/dl.

Raccomandazione 3: la AABB non può raccomandare a favore o contro una soglia trasfusionale restrittiva per i pazienti emodinamicamente stabili ricoverati per sindrome coronarica acuta. Per stabilire un limite di riferimento sono necessarie ulteriori ricerche.

Raccomandazione 4: le decisioni sulla trasfusione per i pazienti ospedalizzati ed emodinamicamente stabili devono basarsi sui sintomi così come sulla concentrazione di emoglobina.


[1] Practice Guidelines for blood component therapy: A report by the American Society of Anesthesiologists Task Force on Blood Component Therapy. Anesthesiology. 1996;84:732-47. [PMID: 8659805]

[2] Napolitano LM, Kurek S, Luchette FA, Corwin HL, Barie PS, Tisherman SA, et al; American College of Critical Care Medicine of the Society of Critical Care Medicine. Clinical practice guideline: red blood cell transfusion in adult trauma and critical care. Crit Care Med. 2009;37:3124-57.

[3] Carson JL, Duff A, Poses RM, Berlin JA, Spence RK, Trout R. Effect of anaemia and cardiovascular disease on surgical mortality and morbidity. Lancet. 1996;348:1055-60.

[4] Carson JL, Grossman BJ, Kleinman S, Tinmouth AT, Marques MB, Fung MK, Holcomb JB, Illoh O, Kaplan LJ, Katz LM, Rao SV, Roback JD, Shander A, Tobian AA, Weinstein R, Swinton McLaughlin LG, Djulbegovic B; for the Clinical Transfusion Medicine Committee of the AABB. Red Blood Cell Transfusion: A Clinical Practice Guideline From the AABB. Ann Intern Med. 2012 Mar 26. [Epub ahead of print]

Foto di Lighthouse50 (CC BY-NC 2.0)

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>