Linee guida USA sul triage extra-ospedaliero

Le raccomandazioni per il triage sul campo, curate dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), aggiornano i criteri fisio-patologici, anatomici e meccanici per la valutazione dei traumi.

feritoNegli Stati Uniti i traumi costituiscono la principale causa di morte per le persone di età compresa tra 1 e 44 anni. Nel 2008, circa 30 milioni di feriti hanno richiesto le cure di un pronto soccorso ospedaliero. 5,4 milioni (18%) di questi pazienti feriti sono stati trasportati dai servizi medici d’emergenza (Emergency Medical Services – EMS).

All’arrivo sulla scena di un infortunio il soccorritore deve determinare la gravità delle lesioni, avviarne la gestione e decidere la destinazione ospedaliera più appropriata per il singolo paziente. Queste attività sono effettuate tramite un processo noto come triage sul campo e implica una valutazione delle lesioni, del paziente e dei servizi ospedalieri offerti in prossimità del luogo del soccorso.

Dal 1986 la Commissione sul trauma dell’American College of Surgeons (ACS-COT) ha fornito indicazioni per il processo di triage sul campo attraverso il suo Field Triage Decision Scheme. Questa guida, che non comprende le maxi-emergenze, è stata periodicamente aggiornata fino all’attuale versione, curata dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e pubblicata tre giorni fa su Morbidity and Mortality Weekly Report (MMWR).

I criteri di valutazione elencati nella guida sono di natura fisio-patologica per il paziente, anatomica per le ferite e meccanica per l’evento traumatico. L’individuazione di uno di questi criteri deve orientare per il trasporto del paziente presso un trauma center o un dipartimento d’emergenza in grado di fornire il più alto livello di cure.

Fase uno: Criteri fisiologici

  • Glasgow Coma Score ≤13
  • Pressione sistolica <90 mmHg
  • Frequenza respiratoria <10 o >29 atti respiratori al minuto (<20 nei neonati di età <1 anno) o necessità di supporto ventilatorio

Fase due: Criteri anatomici

  • Tutte le ferite penetranti a testa, collo, tronco e alle estremità prossimalmente a gomito o ginocchio
  • Instabilità della parete toracica o deformità
  • Amputazione prossimale al polso o alla caviglia
  • Due o più fratture prossimali delle ossa lunghe (per esempio, femore e omero)
  • Estremità schiacciate, scuoiate, lacerate o senza polso
  • Fratture pelviche
  • Frattura esposta o depressione del cranio
  • Paralisi

Fase tre: Meccanismo del trauma

  • Precipitazione
    • Adulti: caduta >20 piedi (circa 6.1 metri)
    • Bambini: caduta > 10 piedi (circa 3 metri) oppure 2-3 volte l’altezza del bimbo
  • Incidenti d’auto ad alto rischio
    • Intrusione, incluso il tetto: >12 pollici (circa 30 cm) per gli occupanti il sito e >18 pollici (circa 46 cm) per qualsiasi sito
    • Eiezione (parziale o totale) dall’automobile
    • Deceduti nello stesso abitacolo
    • Dati di telemetria compatibili con infortuni ad elevato rischio
  • Auto contro pedoni / ciclisti investiti, sbalzati o per impatto con velocità >20 miglia all’ora (circa 32 Km/h)
  • Incidente di moto >20 mph (circa 32 Km/h)

Fase quattro: Considerazioni particolari

  • Età >55 anni
  • Pressione arteriosa sistolica <110 mmHg in persone di età >65 anni
  • Cadute negli anziani (per esempio, a livello del suolo)
  • Bambini, da trattare preferenzialmente in trauma center pediatrici
  • Utilizzo di farmaci anticoagulanti, disturbi emorragici
  • Ustioni
    • in assenza di altri eventi traumatici possono essere avviati presso dipartimenti specializzati, altrimenti presso un trauma center
  • Gravidanza >20 settimane
  • Giudizio del soccorritore

Division of Injury Response, National Center for Injury Prevention and Control, CDC, Atlanta, Georgia. Guidelines for field triage of injured patients: recommendations of the national expert panel on field triage, 2011. MMWR Recomm Rep. 2012 Jan 13;61(RR-1):1-20.

Foto: ffsetla

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>