L’embolia polmonare in gravidanza

Le linee guida congiunte dell'American Thoracic Society e della Society of Thoracic Radiology.

L’embolia polmonare è una delle principali cause di mortalità correlate alla gravidanza nel mondo sviluppato.

La diagnosi clinica di tromboembolismo venoso (TEV) in gravidanza è notoriamente difficile a causa della sovrapposizione di segni e sintomi tra i cambiamenti fisiologici della gravidanza e lo sviluppo di trombosi venosa profonda o embolia polmonare. Il tromboembolismo venoso è infatti confermato in meno del 10 % delle donne in gravidanza.

Pur con l’attuale disponibilità di test diagnostici, i medici chiamati a gestire una sospetta embolia polmonare in una donna incinta sono spesso incerti per quanto riguarda la miglior strategia diagnostica da seguire.

Allo stato attuale in letteratura esistono documenti d’indirizzo di vario tipo che, però, non sono compatibili nel metodo. Per fornire una guida clinica su questo importante problema due società scientifiche statunitensi, l’American Thoracic Society e la Society of Thoracic Radiology, hanno sviluppato linee guida evidence-based utilizzando i dati attualmente disponibili.

An Official American Thoracic Society/Society of Thoracic Radiology Clinical Practice Guideline: Evaluation of Suspected Pulmonary Embolism In Pregnancy (2011)

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>