La gestione del diabete nel paziente in chirurgia

Le linee guida 2011 del National Health System britannico.

Il diabete interessa il 4-5% delle persone nel Regno Unito ed è il più comune disturbo del metabolismo. Nel prossimo decennio, con l’aumento esponenziale dei casi di obesità, è previsto un incremento della prevalenza di diabete di più del 50%. Ciò ha importanti implicazioni per i servizi sanitari, con un particolare impatto sulle degenze.

Un recente controllo ha dimostrato che la prevalenza del diabete nella popolazione ospedaliera del Regno Unito si attesta tra il 10-28%, superando precedenti previsioni di almeno il 50%, ed è destinata a crescere in futuro. Le comorbidità associate al diabete aumentano le richieste di chirurgia e altre procedure operative. Non è sorprendente, quindi, che almeno il 10% dei pazienti sottoposti a chirurgia sono diabetici e questa percentuale è destinata ad aumentare.

Il diabete comporta un aumento della morbilità e un aumento della durata del ricovero, qualunque sia la diagnosi di ammissione, aumentando così i costi della degenza. Questo è un problema particolare nei pazienti chirurgici, per i quali i giorni di degenza in eccesso sono maggiori del 45% rispetto ai diabetici ricoverati in reparti medici. Il tasso di mortalità peri-operatorio è segnalato per essere fino al 50% più alto di quello della popolazione non diabetica.

Le ragioni di questi risultati negativi sono multifattoriali:

  • ipo e iperglicemia;
  • co-morbidità multiple, tra cui complicanze micro e macrovascolari;
  • complessità della terapia multi-farmacologica;
  • uso inappropriato di insulina in infusione endovenosa;
  • errori durante la conversione dall’insulina in infusione endovenosa ai farmaci abituali;
  • infezione peri-operatoria.

In questi giorni il National Health System britannico ha pubblicato le linee guida per la gestione del diabete nel paziente chirurgico adulto. Le raccomandazioni coprono tutte le fasi del percorso del paziente. Il processo di gestione deve essere previsto senza soluzione di continuità con una programmazione anticipata di tutto.

Le linee guida sono destinate in primo luogo alla gestione dei pazienti diabetici avviati alla chirurgia d’elezione. La maggior parte delle raccomandazioni può essere applicata al paziente in emergenza chirurgica tenendo in considerazione che molti di questi pazienti sono ad alto rischio e possono richiedere assistenza in terapia intensiva.

NHS – Management of adults with diabetes undergoing surgery and elective procedures: improving standards (April 2011)

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>