Sicilia: accordo regionale di continuità assistenziale

Pubblicato il Decreto 6 settembre 2010 “Accordo regionale di continuità assistenziale” (Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 45 parte I del 15.10.2010).

La continuità assistenziale è un servizio pubblico, a basso impatto economico, strategico ed indispensabile per l’intera collettività, capace di garantire assistenza sanitaria continuativa in realtà geografiche eterogenee per territorio e densità di popolazione, considerata la distribuzione regionale dei servizi di assistenza primaria, dei presidi ospedalieri e dei servizi di emergenza territoriale.

La continuità assistenziale assume le caratteristiche di indispensabile filtro tra cittadino e strutture territoriali di primo e secondo livello, fa parte del programma regionale di servizi finalizzati all’erogazione delle cure primarie al fine di garantire, con attività distrettuali e territoriali, la continuità dell’assistenza sanitaria nelle 24 ore, con la presa in cura dell’utente, l’organizzazione di attività sanitarie territoriali e la verifica di processi sanitari e sociali per il mantenimento dello stato di salute del cittadino.

Sicilia: accordo regionale di continuità assistenziale

di Criel

Medico, redattore di Eumed.org.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>