Linee-guida per Eparine a basso peso molecolare e Fondaparinux in Puglia – Errata corrige

Pubblicata la DGR n. 1203 del 25.05.2010 “Approvazione del ‘Percorso Diagnostico Terapeutico per le linee guida per l’uso appropriato della Eparina a basso peso molecolare (EBPM) e Fondaparinux (FPX)’, in profilassi e trattamento del tromboembolismo venoso profondo (TVP). Errata corrige” (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 99 del 04.06.2010).

Riportiamo il testo e l’allegato del nuovo provvedimento che, a causa di errori materiali, integra e sostituisce la DGR n. 309 del 09.02.2010.

L’Assessore alle Politiche della Salute, sulla base dell’istruttoria espletata, dal funzionario istruttore, dal Responsabile A.P., confermata dal Dirigente del Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione, riferisce quanto segue:

la Giunta Regionale ha approvato con L.R. n.23 del 19 settembre 2008 il “Piano Regionale di Salute 2008 2010”, in particolare l’art. 1, comma 2, fa riferimento ai livelli essenziali di assistenza (LEA), individua gli obiettivi di salute, nonché le strategie con relative azioni prioritarie di intervento da raggiungere nel triennio di riferimento, garantendo la centralità del cittadino quale protagonista e fruitore dei percorsi assistenziali e la completa integrazione tra le diverse forme di assistenza sanitaria e tra l’assistenza sanitaria e l’assistenza sociale.

Il “Piano della Salute 2008 – 2010” impone di sviluppare il rapporto con le Società Scientifiche per l’individuazione, l’adozione e la diffusione di Linee Guida e protocolli diagnostici terapeutici, in relazione alle prestazioni più rilevanti per gravità, frequenza e costi ed in considerazione della necessità di proporre al sistema ed ai professionisti strumenti di “Clinical Governance” per garantire appropriatezza nella scelta dei percorsi di diagnosi e cura.

La Commissione Regionale per l’Appropriatezza Prescrittiva, istituita con DGR n. 1226 del 24/08/2005, è stata preposta, dalla Determinazione Dirigenziale n. 15 del 24 feb 2006, al compito di predisposizione di idonee linee guida per la fissazione di criteri di priorità di appropriatezza prescrittivi, nel rispetto di quanto stabilito dalla Commissione nazionale prevista dalla Legge 266 del 23 dicembre 2005, pubblicata sulla G.U. supplemento ordinario n. 09 del 13/01/06 Serie generale n. 10.

Con deliberazione n. 309 del 09 Febbraio 2010 “Approvazione del percorso diagnostico terapeutico per le linee guida per l’uso appropriato dell’eparina a basso peso molecolare (EBPM) e Fondaparinux (FPX), in profilassi e trattamento del tromboembolismo venoso profondo (TVP)” la Giunta Regionale ha disposto le linee guida per la appropriatezza prescrittiva delle Eparine a basso peso molecolare e del Fondaparinux, su proposta della Commissione Regionale per il controllo dell’appropriatezza prescrittiva.

Si precisa che per mero errore materiale, alla pagina 4 dell’ “Allegato 2 Profilassi”, della DGR n. 309/2010, in 4° colonna, riguardante la Dalteparina, alla quarta riga, va aggiunto “Valutare in chirurgia ortopedica (es. sostituzione di anca) durata fino a 5 settimane dopo l’intervento”.

Inoltre, alla pagina 4 dell’ “Allegato 2 Profilassi”, della DGR n. 309/2010, nell’ultima colonna riguardante il Fondaparinux, alla quarta riga, le parole “2.5 mg (0.5 ml)/die 6 ore dopo l’intervento per 59 giorni (0.3 ml/die in pazienti con insufficienza renale cronica e clearance creatinina tra 20 e 30 ml/min)” sono, invece, da intendersi, così come riportato da scheda tecnica “2.5 mg (0.5 ml)/die 6 ore dopo l’intervento per almeno 59 giorni finché non diminuisce il rischio di tromboembolismo venoso, di solito finché il paziente non riprende la deambulazione. Nella chirurgia per frattura d’anca la profilassi dovrebbe essere presa in considerazione fino ad ulteriori 24 giorni. (0.3 ml/die in pazienti con insufficienza renale cronica e clearance creatinina tra 20 e 50 ml/min)”.

L’ “ALLEGATO 2 RACCOMANDAZIONI” è da intendersi: “ALLEGATO 1: RACCOMANDAZIONI ACCP 2008”. In considerazione del fatto che nelle tabelle allegate non sono riportate le indicazioni nella prevenzione della coagulazione in corso di emodialisi, il punto 2 dell’ “ALLEGATO A” è da intendersi: “indicazioni, dose e durata delle diverse EBPM e di FPX nella profilassi del TEV”.

Atteso che nelle tabelle non vengono riportate le indicazioni nelle sindromi coronariche acute e nell’infarto STEMI, il punto 3 dell’allegato “A” è da intendersi come di seguito: “Indicazioni, dose e durata delle diverse EBPM e di FPX nel trattamento del TEV”.

Pertanto, nel mentre si ravvisa la necessità di segnalare agli operatori che l’uso di ciascuno dei farmaci anticoagulanti indicati deve essere contestualizzato al programma clinico individuale del paziente con particolare riferimento, nel caso di procedure operatorie, all’ intervallo di tempo tra l’evento causa della patologia e l’intervallo chirurgico, nonché, al tipo di anestesia programmata, si propone la rettifica dei meri errori materiali, presenti negli allegati alla DGR n.309/2010, con la contestuale approvazione delle nuove tabelle riportate in allegato, parte integrante e sostanziale del presente schema di provvedimento, che sostituiscono le tabelle di cui al su citato provvedimento.

COPERTURA FINANZIARIA Ai sensi della L.R. n.28/01 e successive modificazioni ed integrazioni.
La presente deliberazione non comporta implicazioni di natura finanziaria sia di entrata che di spesa e dalla stessa non deriva alcun onere a carico del bilancio regionale.

Il Dirigente del Servizio
Dott. Fulvio Longo

Il provvedimento del quale si propone l’adozione rientra tra quelli di competenza della Giunta regionale ai sensi dell’art.4, comma 4, lett. “a) e d)” della Legge regionale n.7/1997.

L’Assessore relatore, sulla base delle risultanze istruttorie come innanzi illustrate, propone alla Giunta l’adozione del conseguente atto finale:

LA GIUNTA

udita la relazione e la conseguente proposta dell’ Assessore proponente;
viste le dichiarazioni poste in calce al presente provvedimento dal funzionario istruttore, dalla Responsabile AP e dalla Dirigente del Servizio;
a voti unanimi espressi nei termini di legge:

DELIBERA

- Di approvare quanto espresso in narrativa, che costituisce parte sostanziale del presente provvedimento deliberativo;
- Di approvare le tabelle corrette presenti in allegato, che sostituiscono le precedenti tabelle di cui alla DGR 309 del 09/02/2010;
- Di disporre che l’uso di ciascuno dei farmaci anticoagulanti indicati nelle tabelle allegate al presente provvedimento, deve essere contestualizzato al programma clinico individuale del paziente con particolare riferimento, nel caso di procedure operatorie, all’intervallo di tempo tra l’evento causa della patologia e l’intervallo chirurgico, nonché, al tipo di anestesia programmata;
- Di disporre la pubblicazione della presente deliberazione, esecutiva, sul BURP ai sensi della L.R. n. 13/94;
- Di disporre la notifica del presente provvedimento, a cura del Servizio PATP, ai Direttori Generali delle AA.SS.LL., delle Aziende Ospedaliere, I.R.C.C.S., E.E. e ai componenti la Commissione.- Di dare mandato al Dirigente del Servizio PATP per l’espletamento degli adempimenti successivi necessari.

Il Segretario della Giunta
Dott. Romano Donno

Il Presidente della Giunta
Avv. Loredana Capone

Appropriatezza prescrittiva di Eparine basso peso molecolare e Fondaparinux – Regione Puglia – Errata corrige

di Criel

Medico, redattore di Eumed.org.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>