Sedazione e analgesia nel dipartimento di emergenza

La sintesi delle linee guida ACEP (American College of Emergency Physicians).

Sedazione

Non ritardare la sedazione procedurale nei pazienti adulti e pediatrici nel dipartimento di emergenza in base alla durata del digiuno. Il digiuno di qualsiasi durata non ha dimostrato una riduzione del rischio di emesi o aspirazione.

La capnometria può essere usata in aggiunta alla pulsossimetria e alla valutazione clinica per rilevare precocemente condizioni di ipoventilazione e apnea.

Durante la sedazione procedurale e l’analgesia dovrebbe essere presente un infermiere o un’altra figura professionale qualificata, oltre a chi esegue la procedura, per il monitoraggio continuo del paziente. I medici al lavoro o in consulenza nel dipartimento di emergenza dovrebbero coordinare le procedure con lo staff.

Evidenze di grado più elevato indicano che la ketamina può essere somministrata con sicurezza ai bambini, mentre il propofol può essere somministrato con sicurezza a bambini e adulti. Evidenze di grado minore indicano i possibili impieghi nei bambini e/o negli adulti dell’etomidate, delle associazioni di propofol e ketamina e dell’alfentanil.

ACEP Clinical Policy: Procedural Sedation and Analgesia in the Emergency Department Ann Emerg Med. 2014;63:247-258. DOI: 10.1016/j.annemergmed.2013.10.015

Foto: dno1967b (CC BY 2.0)

di Massimo Pacifici

Medico chirurgo, specialista in chirurgia generale.


Lascia un commento

  

  

  

Questo sito usa i Gravatar, Avatar Globalmente Riconosciuti. Se hai registrato il tuo indirizzo email con questo servizio, la tua icona personale apparirà vicino al testo del tuo commento.

Puoi usare questi tag HTML.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>