Il vademecum del piccolo viaggiatore

kids

Dal mal d’auto alle vaccinazioni, dalla sana alimentazione ai farmaci da portare in viaggio, dai colpi di calore ai bagni in sicurezza, i consigli (pratici e sanitari) degli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù per consentire ai più piccoli un’estate in salute, prima, durante e dopo la partenza per la meta prescelta.

Viaggi all’estero: le → Leggi: Il vademecum del piccolo viaggiatore

Cure nell’Unione Europea, attivo il National contact point

Unione Europea

Con il Decreto Legislativo n. 38 del 4 marzo 2014, in vigore dallo scorso 5 aprile, è possibile ottenere assistenza sanitaria in un altro Paese dell’Unione Europea, scegliere il professionista sanitario a cui rivolgersi e la struttura sanitaria dove curarsi, ottenere più facilmente il riconoscimento della ricetta rilasciata dal proprio medico o da un → Leggi: Cure nell’Unione Europea, attivo il National contact point

Il collare cervicale nei traumi? Meglio di no

Collare cervicale

Il crescente scetticismo contro l’uso preospedaliero del collare cervicale rigido trova altri sostenitori. Dopo gli studi al riguardo di questi ultimi anni, ne arriva un altro dell’University Hospital di Bergen, in Norvegia.

L’uso di questi strumenti di immobilizzazione rappresenta un argomento consolidato delle procedure per l’assistenza del paziente traumatizzato. Nel corso degli anni, però, l’impiego → Leggi: Il collare cervicale nei traumi? Meglio di no

Allergia alimentare

Allergie alimentari

L’allergia alimentare è una reazione immunologica avversa al cibo. La malattia, che si presenta in diverse forme, incide molto sulla qualità di vita dei soggetti che ne sono affetti e dei loro familiari. Coinvolge fino al 5% dei bambini di età inferiore a 3 anni e circa il 4% della popolazione adulta, ma in → Leggi: Allergia alimentare

Le infezioni correlate all’assistenza spiegate ai pazienti

Healthcare-associated Infections (HAI) - What patients can do.

Healthcare-associated Infections (HAI) – What patients can do.

Un argomento di cui si parla troppo poco: le infezioni correlate all’assistenza sanitaria.

I numeri sono impressionanti. La prevalenza di pazienti con almeno una infezione correlata all’assistenza (infezione comparsa dopo 48 ore dal ricovero in ospedale o presente al ricovero in un paziente trasferito da un → Leggi: Le infezioni correlate all’assistenza spiegate ai pazienti

Vaccini: superare l’obbligo?

Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (S.It.I.)

La recente proposta del Movimento 5 Stelle sulla sospensione dell’Obbligo Vaccinale per l’Età Evolutiva in Lombardia costituisce un tentativo di risposta incongruo ad una esigenza divenuta di rilievo nell’attuale contesto politico e sociale.

La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (S.It.I.) rammenta che nessuna misura di Sanità Pubblica introdotta nell’ultimo secolo, → Leggi: Vaccini: superare l’obbligo?

Ictus: linee guida per ridurre il rischio nelle donne

ASA Stroke Women at Risk infographic

Le donne condividono con gli uomini molti degli stessi fattori di rischio per l’ictus, ma il rischio è anche influenzato dagli ormoni, dalla salute riproduttiva, dalla gravidanza, dal parto e da altri fattori legati al sesso. L’American Heart Association e l’American Stroke Association hanno sviluppato per la prima volta linee guida di → Leggi: Ictus: linee guida per ridurre il rischio nelle donne

Malaria: le linee guida italiane per la prevenzione nei viaggiatori

Profilassi antimalarica

La prevenzione della malaria nei viaggiatori deve considerare un duplice aspetto: il rischio di contrarre la malattia in caso di protezione inadeguata e il rischio di danni alla salute dovuti agli interventi preventivi. La decisione sull’intervento da praticare dovrà quindi basarsi sul rapporto tra il rischio dei potenziali effetti tossici, o comunque indesiderati, e → Leggi: Malaria: le linee guida italiane per la prevenzione nei viaggiatori

Sedazione e analgesia nel dipartimento di emergenza

Sedazione

Non ritardare la sedazione procedurale nei pazienti adulti e pediatrici nel dipartimento di emergenza in base alla durata del digiuno. Il digiuno di qualsiasi durata non ha dimostrato una riduzione del rischio di emesi o aspirazione.

La capnometria può essere usata in aggiunta alla pulsossimetria e alla valutazione clinica per rilevare precocemente condizioni di → Leggi: Sedazione e analgesia nel dipartimento di emergenza

Cure “miracolose”: guida per il paziente, e non solo

Cure miracolose, guida per il paziente

Chi è malato o vuole evitare di diventarlo spera di trovare un rimedio che offra qualcosa di meglio rispetto alla medicina convenzionale. TV, giornali e internet sono pieni di annunci e conversazioni sull’ultimo eccezionale ritrovato per la salute. Molto spesso, però, queste informazioni sono incomplete, non provate o addirittura fraudolente. Alcune pratiche alternative sono → Leggi: Cure “miracolose”: guida per il paziente, e non solo

Prevenire e curare il raffreddore. Nuovo studio su CMAJ

Influenza o raffreddore?

Come si fa a prevenire e curare il raffreddore comune? Secondo uno studio su CMAJ (Canadian Medical Association Journal), lavarsi le mani e assumere zinco può essere la migliore strategia di prevenzione, mentre paracetamolo, ibuprofene e forse antistaminici e decongestionanti sono i trattamenti raccomandati.

Il raffreddore è una malattia benigna molto comune in grado → Leggi: Prevenire e curare il raffreddore. Nuovo studio su CMAJ

Rianimazione: la sopravvivenza aumenta con la simulazione in situ

Simulazione con manichino pediatrico

Ricercatori dell’Università di Stanford negli Stati Uniti hanno sperimentato una metodica per migliorare la sopravvivenza dei pazienti pediatrici in arresto cardiaco intraospedaliero. Essi hanno sviluppato un approccio più ampio alla formazione sulla rianimazione per includere tutti coloro che rispondono ad un evento pediatrico d’emergenza.

Prima dell’avvio della nuova formazione la sopravvivenza a seguito di → Leggi: Rianimazione: la sopravvivenza aumenta con la simulazione in situ

La gestione iniziale dei pazienti contaminati da agenti chimici

Triage for chemically contaminated patients

L’esposizione a sostanze chimiche può avvenire per inalazione, contatto con la pelle o con gli occhi o per ingestione. Per l’OMS il lavoro clinico in questo campo dovrebbe essere accompagnato da una formazione specifica, completa e pratica. → Leggi: La gestione iniziale dei pazienti contaminati da agenti chimici

Shaken Baby Syndrome o Sindrome del Bambino Scosso (SBS)

Shaken baby

La SBS è una forma di maltrattamento fisico del bambino dovuto al violento scuotimento che causa movimenti improvvisi e incontrollati della testa. È la principale causa di morte nei bambini al di sotto di un anno di età. L’età maggiormente a rischio è compresa tra i 3 e gli 8 mesi. I responsabili sono → Leggi: Shaken Baby Syndrome o Sindrome del Bambino Scosso (SBS)

Giocattoli, sicurezza: dieci consigli utili per la scelta

Bambini durante il gioco

Ricordo un pannello, nei sotterranei della Clinica Otorinolaringoiatrica del Policlinico di Roma, che mostrava ai passanti distratti decine di piccoli oggetti: ruote di macchinine, bottoni, occhi di pupazzi, bulloni, spille da balia, mattoncini, bilie. Era un incredibile assortimento di ciò che un bimbo può infilarsi in bocca, nel naso o nelle orecchie nel giro di → Leggi: Giocattoli, sicurezza: dieci consigli utili per la scelta